È morto Salvatore Cantalupo, fu Pasquale il sarto di Gomorra

Share

È morto Salvatore Cantalupo, fu Pasquale il sarto di Gomorra

Il 13 agosto è morto Salvatore Cantalupo.

L'attore si trovava in Sardegna, per un laboratorio teatrale. Nella pellicola, che ha aperto la strada alla fortunata serie di Sky, Cantalupo interpretava il ruolo di Pasquale, un sarto, sfruttato dal suo datore di lavoro, a sua volta ricattato dalla camorra. Il primo a darne l'annuncio è il collega Gianfranco Gallo spendendo per lui parole d'affetto e di stima con una foto che lo ricorda.

Tra i protagonista di quello stesso film c'era Toni Servillo ed è appunto con l'attore casertano che Cantalupo recita più spesso, anche in teatro, dividendo il palcoscenico nel 2005 con lo spettacolo "Le false confidenze" di Pierre Carlet de Chamblain de Marivaux. Non eravamo amici nel vero senso della parola, ci eravamo sfiorati sul lavoro.

Messaggi di cordoglio dal web, Elena scrive: "Il tuo talento e la tua gentilezza mi hanno sempre intimidita, ti saluto ma sopratutto ti ringrazio per ciò che hai dato al mondo del cinema e del teatro".

La malattia improvvisa che ha colpito l'attore napoletano mentre era in Sardegna gli ha causato la morte repentina, lasciando sconforto e sconcerto per l'accaduto.

Salvatore Cantalupo ha debuttato al Cinema in "Teatro di Guerra" di Mario Martone. Altri film da lui interpretati sono "Tris di donne & abiti nuziali" del 2008 di Vincenzo Terracciano, "Fortapàsc" (2009), sulla vita di Giancarlo Siani, con Libero De Rienzo, Gianfranco e Massimiliano Gallo. Al suo fianco ci sono i migliori attori della scena di Teatri Uniti: Toni Servillo, Iaia Forte, Nina Di Majo. "E' entrato in coma il giorno in cui si doveva andare in scena, si è risvegliato dopo la serata e gli hanno detto di aver preso dieci minuti di applausi, ha risposto che poteva morire felice e se n'è andato, lontano da Napoli, in silenzio, senza fare ammuina...per sottrazione.".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.