È morto l’attore Jimmy il Fenomeno


È morto l’attore Jimmy il Fenomeno

Share

È morto l’attore Jimmy il Fenomeno

Più che un attore nel senso classico, Luigi Origene Soffrano (all'anagrafe portava questo nome un po' filosofico) era una faccia sbilenca che appariva all'improvviso, contagiando la risata collettiva, semplice di platee domenicali e conquistava non con la bellezza ma con i suoi occhi strabici, la sua parlata dialettale, non accademica. L'attore caratterista è morto all'età di 86 anni nella casa di riposo di Milano dove risiedeva dal 2003.

Nella sua carriera si considera che, tra titoli in cui è stato accreditato col suo nome di battesimo e altri con pseudonimo (ce ne sono molti in cui il suo nome non figura affatto), Jimmy il fenomeno abbia prestato il volto per circa 150 film, tra cui vengono annoverati un Fantozzi con Paolo Villaggio, i vari Pierino con Alvaro Vitali, film di Adriano Celentano, Renato Pozzetto e molte delle commedie sexy all'italiana con protagonisti i volti più noti di quegli anni, tra cui Lino Banfi, Renzo Montagnani, Edwige Fenech, Gloria Guida e tanti altri.

Negli anni Ottanta è sbarcato in televisione e ha partecipato al programma Drive In di Antonio Ricci, facendo da spalla ad Ezio Greggio. Dal 1961, anno di "Ercole alla conquista di Atlantide" e "Il federale", i primi ruoli, fino al 1998, anno di "Jolly Blu", la sua ultima interpretazione. Tra i film recitati dal caratterista vi sono i celebri "Il monaco di Monza", "Totò ye ye", "Il medico della mutua", "L'esorciccio", "Il bisbetico domato", "I fichissimi", "Innamorato pazzo", "Eccezzziunale... veramente", "Attila flagello di Dio", "Acqua e sapone" e "Il ragazzo di campagna". Negli anni 90 si trasferì da Roma a Milano e, complice alcuni acciacchi, si trasferì in una residenza per anziani, "La casa per coniugi". I funerali si svolgeranno mercoledì alle 11.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.