Marte: minima distanza dalla terra questa sera. Ecco come poterlo osservare


Marte: minima distanza dalla terra questa sera. Ecco come poterlo osservare

Share

Marte: minima distanza dalla terra questa sera. Ecco come poterlo osservare

Il pianeta rosso si trova infatti alla minima distanza dal nostro, pari a 57.590.630 chilometri.

Questi incontri ravvicinati sono inoltre, per le agenzie spaziali, un'opportunità per programmare il lancio di nuove missioni.

"Se il cielo è limpido, sarà difficile stasera non vedere Marte con il suo colore tra l'arancio e il rosso" dice la Nasa.

Pronti ad alzare nuovamente gli occhi al cielo?

Marte: minima distanza dalla terra questa sera.

Se non si ha la possibilità di seguirlo viene in soccorso la Nasa che trasmetterà tutto in diretta streaming tramite youtube. Negli stessi giorni è stato protagonista della serata astronomica più spettacolare degli ultimi anni, accompagnando la Luna nell'eclissi del secolo. Ad ogni incontro la distanza tra i due pianeti varia, la traiettoria è infatti disturbata anche dall'attrazione gravitazionale esercitata da Giove. Questa sera, martedì 31, di nuovo tutti con il naso all'insù per ammirare un nuovo spettacolo nel cielo: Marte sarà alla minima distanza dalla Terra, mostrandosi luminoso e brillante come non accadeva da 15 anni a questa parte. Foto più nitide scattate successivamente hanno dimostrato che il "volto su Marte" non è altro che un semplice altopiano, mettendo a tacere voci fantasiose su eventuali presenze di vita su Marte. "Si tratta di un fenomeno interessante, perché durante l'opposizione il pianeta rosso è completamente illuminato dal Sole e alla distanza minore dalla Terra", ha aggiunto. Anche in questa occasione, sono tanti gli eventi in Italia organizzati dalle associazioni di astrofili, da osservatori e planetari.

Non è vero invece, che sarà grande quanto la luna, perché questo causerebbe gravi problemi gravitazionali. Nelle prime ore della sera apparirà come una luminosissima stella rossastra ma se sarete armati di binocoli o telescopi lo spettacolo sarà ancor più suggestivo.

Ed è di solo di qualche giorno fa la notizia dei tre ricercatori italiani che hanno scoperto un lago di acqua salata sul pianeta.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.