La Profezia Dell'Armadillo, poster ufficiale del film

Share

La Profezia Dell'Armadillo, poster ufficiale del film

Il film verrà presentato in concorso nella sezione Orizzonti della Mostra di Venezia 2018 (qui il programma).

"Godetevi il trailer de * a href="https://www.facebook.com/hashtag/laprofeziadellarmadillo?source=feed_text" data-ft="{"tn":"*N","type":104}" *La Profezia dell'Armadillo, il film di Emanuele Scaringi tratto dal best seller di Zerocalcare, in concorso a * a href="https://www.facebook.com/hashtag/venezia75?source=feed_text" data-ft="{"tn":"*N","type":104}" *Venezia75 nella sezione Orizzonti e al cinema dal 13 settembre!

La Profezia dell'Armadillo è stato il primo successo letterario di Zerocalcare, pubblicato originariamente nel 2011 da Edizioni Graficart e successivamente ristampato da Bao Publishing. La sceneggiatura de "La profezia dell'Armadillo" è stata curata dallo stesso Zerocalcare, Oscar Glioti, Valerio Mastandrea e Johnny Palomba, prendendo spunto dalle tavole del fumetto, ma creando un'opera molto distante dal lavoro originale.

Zero è un fumettista di 27 anni, abita alla periferia di Roma, al capolinea della metro B Rebibbia, non ha un lavoro fisso e cerca di guadagnare qualche soldo tra ripetizioni, illustrazioni per gruppi musicali punk indipendenti e passatempi bizzarri. Dove manca tutto ma non serve niente.

Il film, prodotto da Fandango e Rai Cinema, è diretto da Emanuele Scaringi e interpretato da Simone Liberati, Valerio Aprea, Pietro Castellitto, Laura Morante, Claudia Pandolfi, Kasia Smutniak, Diana del Bufalo, Adriano Panatta e Vincent Candela. Le sue giornate scorrono più o meno tutte uguali, finché un giorno, di ritorno dal suo pellegrinaggio quotidiano nel regno sotterraneo nella metro, troverà ad attenderlo a casa un Armadillo in carne e ossa, ovvero la sua coscienza critica. A tenergli compagnia nelle sue peripezie quotidiane, nella costante lotta per mantenersi a galla, è l'amico d'infanzia Secco. La notizia della morte di Camille, una compagna di scuola e suo amore adolescenziale mai dichiarato, lo costringe a fare i conti con la vita e ad affrontare, con il suo spirito dissacrante, l'incomunicabilità, i dubbi e la mancanza di certezze della sua generazione di "tagliati fuori".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.