Crollo ponte Morandi, Night Spirit il primo a scendere nell’inferno del Polcevera

Share

Crollo ponte Morandi, Night Spirit il primo a scendere nell’inferno del Polcevera

Andrea Cerulli, 48 anni, aveva un bambino, amava il calcio ed era socio del Genoa Club Portuali Voltri. Il bilancio di quella che si configura come un'immane tragedia è in costante aggiornamento (in questo nostro pezzo troverete gli aggiornamenti in tempo reale) ed al momento è salito a 22 vittime. "Ciao Andre.", recita il messaggio. "Avremo cura degli sfollati che ora per noi diventa la priorità", ha aggiunto. "Anche la nostra città piange una delle vittime del crollo del ponte Morandi di Genova", ha scritto attraverso un post su Facebook il sindaco della cittadina, Filippo Errante, "tutta la nostra comunità si stringe al dolore della sua famiglia". Si tratta di Juan Figueroa Carrasco 69 anni, residente a Genova da oltre quaranta. A dire il vero sono stati gli unici oppositori al progetto a non contare un due di picche, perché finalmente con la loro opposizione tutti gli altri politici sono riusciti a fare fronte comune, e finalmente il progetto del passante di Genova è stato approvato nel settembre 2017 e ha avuto solo un paio di mesi fa il via libera definitivo da parte della Unione europea, ma i cantieri si sarebbero aperti solo nel 2019 e l'alternativa a ponte Morandi sarebbe stata effettiva solo nel 2028-2029, dopo un investimento di 4,3 miliardi di euro. Il loro coinvolgimento è stata confermata dalla sorella di quest'ultimo a "Le Parisien". "La mia casa verrà abbattuta, viviamo come i terremotati, ma qui non c'entra nulla la natura". Mentre sono ancora 10 i dispersi, secondo fonti ufficiali, sull'area stanno operando circa un migliaio di soccorritori tra vigili del fuoco, tecnici sanitari e forze dell'ordine, con l'unico obiettivo di tirare fuori dalle macerie quanti più sopravvissuti possibili.

Un altro testimone oculare ha assistito al crollo del viadotto trovandosi a pochi metri di distanza da dove si è verificata la tragedia. I cavi, che gli hanno fatto guadagnare il soprannome immeritato di "Ponte di Brooklyn", sono stati aggiunti vent'anni dopo l'inaugurazione, proprio per evitare il rischio di cedimento. Restano 16 i feriti, di cui 9 in codice rosso, cioè molto gravi.

Prosegue all'ospedale San Martino la dolorosa sfilata dei familiari delle vittime per il riconoscimento delle salme. Il premier Giuseppe Conte ha riunito il 15 agosto nella Prefettura di Genova un Consiglio dei ministri straordinario, con Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Danilo Toninelli. Il grande viadotto sul Polcevera era sul percorso dell'A10 gestita da Autostrade per l'Italia. La procura di Genova "è pronta ad aprire un fascicolo per omicidio plurimo e disastro colposi" ha detto il procuratore capo Francesco Cozzi. "In ogni caso, come è stato più volte chiarito, gli investimenti pubblici in infrastrutture sono una priorità dell'attuale governo per i quali non ci saranno vincoli di bilancio, come è una priorità il superamento dell'incapacità di spesa e di intervento".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.