Caso Regeni, Moavero: anche l'Egitto vuole verità


Caso Regeni, Moavero: anche l'Egitto vuole verità

Share

Caso Regeni, Moavero: anche l'Egitto vuole verità

Il Cairo, 04 ago 17:31 - (Agenzia Nova) - Il ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Enzo Moavero Milanesi, ha inaugurato questo pomeriggio al Cairo 19 nuovi ambulatori dell'ospedale italiano Umberto I ad Abbaseya. A seguire incontrerà il primo ministro egiziano, Mostafa Kemal Madbouly, e successivamente il Grande Imam di Al Azhar (il centro islamico egiziano fra i più prestigiosi del mondo arabo sunnita), Ahmad al Tayyib. L'Egitto sostiene la "forte volontà" di ottenere risultati evidenti. Il motivo del vertice tra il ministro degli Esteri italiano e il capo della diplomazia egiziana riguarda l'inchiesta giudiziaria per l'omicidio di Giulio Regeni. "Nel colloquio che ho avuto con Shoukry abbiamo concordato su tutti i punti rilevanti sulla situazione libica e guardiamo con molta attenzione all'integrità, alla sicurezza, alla pace del Paese e al benessere della popolazione e puntiamo alla possibilità di esprimersi in elezioni".

La tivù pan-araba al Jazeera aveva ipotizzato che, in cambio dell'estradizione di Mohamed Mahsoub, il Cairo potesse consegnare a Roma l'assassino di Giulio Regeni.

L'incontro al Cairo giunge pochi giorni dopo il fermo, nei pressi di Comiso, in provincia di Catania, di Mohamed Mahsoub, l'ex ministro egiziano del governo Morsi, trattenuto dalla polizia italiana e poi rilasciato. Reato che l'ex ministro nega.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.