Bilancio, flat tax e reddito cittadinanza possibili

Share

Bilancio, flat tax e reddito cittadinanza possibili

Oggi sia il Corriere della Sera che Repubblica rilanciano un'ipotesi di cui si era molto parlato nelle ultime settimane: la possibilità di cancellare il bonus di 80 euro per i redditi da 8mila a 24-26mila euro deliberato dal governo Renzi. E qui iniziano i problemi e le tensioni. "Il negoziato è in corso e per il momento non depone male", spiega Il Corriere. "Si può ragionare sull'aggiustamento dei coefficienti attuali ma occorre riconfermarli". Rischia, per dire, di essere rinviata la riforma della legge Fornero, cavallo di battaglia leghista: sulle pensioni si farebbe solo "quota 100". Si tratterebbe di uno dei capitoli di spesa più importanti di una manovra che dovrebbe sfiorare i 30 miliardi di euro e dovrebbe contenere il primo pilastro del reddito di cittadinanza e misure per la crescita. Ma come coprire le misure promesse, è ancora una grande incognita.

Siamo stati criticati, anche giustamente, per la moderazione delle misure fatte nella scorsa legislatura, come le 8 salvaguardie e l'Ape sociale.

Anche Forza Italia interviene a gamba tesa nel dibattito: "Dopo quello sull'aumento dell'Iva, il balletto sugli 80 euro che vanno tolti, anzi no. Ancora una volta il governo non è capace di individuare un obiettivo condiviso ed è costretto a mezze smentite", dice Mara Carfagna. Fonti del Mef lo ribadiscono ancora in mattinata, nonostante il fuoco di fila di Di Maio e Salvini. Lo dice Alfredo Mariotti, direttore generale dell'Ucimu, a commento dell'intervista rilasciata dal ministro dell'Economia al direttore del Sole 24 Ore, Guido Gentili.

"Il governo non pensa di togliere gli 80 euro e non vuole aumentare l'Iva". "Via gli 80 euro per gli sgravi fiscali", è l'apertura di Repubblica. La trasformazione del bonus in una riduzione fiscale, come nei piani del governo M5S-Lega, non rappresenterebbe un vantaggio per i lavoratori a più basso reddito. "Per far ripartire gli investimenti pubblici - sostiene Tria - bisogna avviare un monitoraggio puntuale su ogni opera, per capire dove e perché si è bloccato, e costruire una sorta di versione aggiornata del Genio Civile per sostenere le amministrazioni che hanno perso la capacità di fare progetti". Ma le opposizioni incalzano. Ma, come ha spiegato il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, ora sarà azzerato e i fondi saranno usati per finanziare il primo modulo della flat tax per le persone fisiche, che debutterà con la Legge di Bilancio del 2019, insieme all'estensione della tassa forfettaria del 15% per le imprese.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.