Bce: "In Italia e Spagna stenta la ripresa di redditi e consumi"


Bce: "In Italia e Spagna stenta la ripresa di redditi e consumi"

Share

Bce:

Nel suo bollettino economico la Banca Centrale Europea fotografa come a dieci anni dall'inizio della grande recessione Roma e Madrid non abbiano ancora pienamente superato la flessione. Tra i paesi invece con squilibri "semplici" vi sono Portogallo, Francia, Germania, Spagna, Irlanda e Olanda mentre a non registrare squilibri sono Belgio, Austria, Lituania, Slovenia, Svezia, Romania, Polonia, Finlandia, Slovacchia e Croazia. Lo scrive la Bce, notando che, sempre in Italia e Spagna, "i redditi reali da lavoro dipendente permangono significativamente inferiori rispetto a prima della crisi a causa della moderazione salariale indotta dalla crisi e della disoccupazione rimasta su livelli elevati".

Cattive notizie sul fronte dei redditi da interessi, che in Italia sono calati in modo "molto più ingente, poiché le famiglie italiane detengono una quantità relativamente ampia di attività fruttifere di interessi e sono relativamente meno indebitate".

Al contrario, spiega la Bce, i consumi privati in Germania e in Francia si collocano a un livello più alto rispetto al periodo a essa precedente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.