Bari, parte l'era De Laurentiis. Ma a Napoli scoppia protesta


Bari, parte l'era De Laurentiis. Ma a Napoli scoppia protesta

Share

Bari, parte l'era De Laurentiis. Ma a Napoli scoppia protesta

Ma lo stadio non va curato per il domani - le parole di De Laurentiis -. "I tifosi mi hanno chiesto competenza, trasparenza e rispetto". Non c'è una formula matematica riguardo la decisione, vado a letto con la testa a posto, non mi sono risparmiato, ci ho messo tutta l'energia possibile. Io tornerò a fare il semplice tifoso, ma comunque vigilerò come non ho potuto fare nel passato. La passione e il tifo lo metteremo noi: saremo noi a farle venire il 'priscio'. Ho fatto due anni di Serie C, uno di B, e poi è stata una cavalcata fortissima, con diversi anni continuativamente in Europa. "Ho avuto sollecitazioni di persone a Bari per occuparmi della situazione".

"Mio figlio Luigi si occuperà del Bari, l'ho convinto dopo giorni di chiamate e discussioni perché non si era mai interessato al calcio finora". Siamo soci con i tifosi.

Se ci saranno davvero prospettive da serie A il produttore cinematografico che fa più soldi con il calcio che con i suoi film allora realizzerà una plusvalenza delle sue. Oggi è a Londra ma il presidente sarà lui.

Nella serata di ieri è arrivata l'ufficialità: Aurelio De Laurentiis è il nuovo presidente della Ssc Bari. Ho già trovato il nome per il vivaio, che è Filippo Galli, che viene dal Milan. Ci stiamo lavorando. Questa mattina ho cominciato a chiamare un po' tutti, ho contattato persino Arrigo Sacchi.

"Sono sempre stato proiettato nel mondo dell'intrattenimento per via della mia famiglia che è sempre stata nel cinema". Ci sono tanti giornalisti per questa presentazione e anche i tifosi sono pronti. "È per un polo del calcio del Sud". "Con il Bari dobbiamo fare una cavalcata rapidissima per tornare in serie A, dobbiamo lavorare sulle regole che impediscono di avere due squadre in serie A". Abbiamo scelto De Laurentiis per meriti sportivi, nella sua attività ha già dimostrato tanto, passando dalla Serie C allla Champions.

Personalmente sono contrario alle seconde squadre, è una scelta che serve solo alle Juventus per piazzare i propri giocatori. Nei fatti, un percorso che passerà per più di qualche contestazione.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.