Vaccini obbligatori: la circolare

Share

Per la frequenza del prossimo anno scolastico 2018-19 basterà l'autocertificazione ovvero una dichiarazione sostitutiva delle vaccinazioni effettuate, da presentarsi alle scuole.

"In attesa di un approfondimento parlamentare sul dibattito pubblico relativo all'obbligatorietà delle vaccinazioni, considerato che, con l'approssimarsi dell'avvio del nuovo anno scolastico 2018-2019, la mancata attuazione dell'Anagrafe nazionale vaccini potrebbe determinare un appesantimento delle procedure burocratiche a carico le famiglie e delle scuole, i ministeri della Salute e dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sono intervenuti con una circolare, in vista dell'imminente scadenza del noto termine del 10 luglio" si legge in una nota congiunta dei dicasteri. La circolare presentata oggi, ha precisato, "non ha infatti in alcun modo toccato l'obbligo vaccinale".

L'esecutivo Conte, come promesso nel contratto di governo, ha iniziato la revisione della legge Lorenzin che ha introdotto i vaccini obbligatori per frequentare la scuola.

l'Anagrafe Nazionale Vaccini è uno strumento fondamentale per gestire efficacemente una campagna di vaccinazione. Consentirà di monitorare i programmi vaccinali, di conoscere le ragioni delle mancate vaccinazioni e di misurare progressi e criticità del sistema. A coordinarlo, la titolare del dicastero ha chiamato l'epidemiologo Vittorio De Micheli, fino alla fine del 2017 vicedirettore generale e responsabile della sanità territoriale della Regione Piemonte, attualmente direttore dell'Osservatorio epidemiologico e il Dipartimento di cure primarie dell'Agenzia di tutela sanitaria di Pavia, l'ente che nella riforma della sanità lombarda è incaricato di tutelare la salute governando la domanda e valutando la qualità dei servizi.

Il tavolo di esperti (che naturalmente dovranno essere privi di conflitti di interesse) si occuperà di raccogliere e fornire alla politica informazioni e dati sui vaccini, non solo per aggiornare il Piano nazionale vaccini ma anche per affrontare il fenomeno della diffidenza e del dissenso sul tema dei vaccini. "Se ci sono dei genitori che hanno dei dubbi legittimi - ha affermato - si rivolgano a noi e al ministero per avere chiarimenti".

Infine è stato comunicato che sono pronte anche le risorse finanziarie che consentiranno all'Anagrafe Nazionale Vaccini di partire.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.