Scuola, per le iscrizioni niente obbligo dei vaccini

Share

Scuola, per le iscrizioni niente obbligo dei vaccini

Il decreto Lorenzin prevedeva infatti come ultima data possibile martedì 10 luglio.

Questa permetterebbe a tutti gli alunni di entrare a settembre in aula.

Intanto, è partita una raccolta firme in 1.600 comuni Italiani per chiedere la cancellazione dell'obbligo vaccinale, che, per leggi a carattere nazionale da presentare in Parlamento, dovranno essere almeno 50 mila. E questo, anche se non in regola con le 10 immunizzazioni obbligatorie.

Non si darà quindi pieno seguito agli auspici iniziali del vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sull'inutilità di dieci vaccinazioni dei giorni scorsi, poi parzialmente rientrate dopo l'intervento della ministra della Salute Giulia Grillo, secondo la quale "i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria e in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione".

A quanto si apprende, inoltre, dovrebbero essere anche superate le sanzioni previste per gli inadempienti.

.

Ma il bilancio complessivo delle recenti campagne vaccinali in Toscana "è un bilancio buono", come recentemente detto dall'assessore regionale alla salute, Stefania Saccardi: "La legge - ha spiegato - ha consentito di arrivare di nuovo a percentuali molto alte per quello che riguarda le vaccinazioni, e siamo tornati sopra il 95% sull'esavalente, quasi al 93% per quello che riguarda il morbillo partendo dall'83%, dunque mi sembrano davvero risultati molto importanti".

Resta ora da capire se la proroga ci sarà o meno e soprattutto come verrà recepita dai cittadini.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.