Ryanair, proclamato sciopero di 24 ore per piloti e assistenti di volo

Share

Ryanair, proclamato sciopero di 24 ore per piloti e assistenti di volo

Tutto confermato. L'ondata di scioperi di Ryanair arriva anche in Italia.

Per il 25 e il 26 luglio 2018 [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui, - Ladyblitz clicca qui -Cronaca Oggi, App on Google Play] i piloti e gli assistenti di volo della RyanAir hanno indetto uno sciopero in diversi paesi europei. A proclamare lo sciopero sono gli assistenti di volo di Ryanair, la principale low cost d'Europa che una delle sue basi nell'aeroporto di Orio al Serio-Bergamo.

A incrociare le braccia mercoledì 25 luglio saranno anche i lavoratori di Spagna, Portogallo e Belgio che a differenza dell'Italia protrarranno lo sciopero anche il giorno seguente, giovedì 26 luglio. "È inaccettabile che la compagnia, nonostante le sentenze della magistratura e a dispetto dei più elementari diritti costituzionali, continui a 'preferire' unilateralmente interlocutori minoritari".

I voli della compagnia irlandese saranno a rischio anche per la giornata del 12 luglio.

L'agitazione - spiegano le sigle - mette nel mirino "l'approccio della compagnia irlandese verso i propri lavoratori". I dipendenti della compagnia accusano i vertici di non aver migliorato le condizioni di lavoro: tra le richieste ci sarebbe un aumento delle retribuzioni, uno stop alle assunzioni tramite agenzie interinali e il riconoscimento delle leggi sul lavoro dello Stato in cui il dipendente lavora (attualmente sono tutti assunti secondo le leggi irlandesi). "Invitiamo i Ministri Di Maio e Toninelli a far sì che il Governo intervenga urgentemente, affinchè le imprese straniere che operano in Italia rispettino le leggi del nostro Paese e non eludano né le sentenze della magistratura, né i diritti dei lavoratori garantiti dalla Costituzione", chiedono Filt e Uiltrasporti. "La nostra battaglia di civiltà, legalità e dignità per i lavoratori e le lavoratrici di Ryanair non si fermerà fino a che la proprietà della compagnia non comprenderà che l'approccio sinora tenuto dal management è contrario agli interessi degli azionisti, dei dipendenti e dei passeggeri".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.