Pensioni, chi ha diritto già oggi alla Quota 41

Share

Pensioni, chi ha diritto già oggi alla Quota 41

Riforma pensioni, sempre al centro del dibattito politico con quota 41 e quota 100.

La proposta alternativa del Carroccio: un contributo temporaneo di solidarietà per i pensionati. Si tratta dei così detti lavoratori precoci, coloro che hanno iniziato a lavorare prima del compimento dei 19 anni. Il requisito dell'anno di contributi versati entro questa età, nelle intenzioni del M5S e della Lega, dovrebbe sparire: basterebbero 41 anni di contributi "secchi" per guadagnare la pensione anticipata, indipendentemente dall'età maturata e dagli altri paletti introdotti dai precedenti governi.

Dallo studio della società Tabula emerge che i maggiori benefici di uscita con le possibili nuove pensioni anticipate del Governo Conte sarebbero, innanzitutto, per i precoci con quota 41 (che, comunque, dal 2019 si adeguerebbe a quota 41,5 per l'incremento dell'aspettativa di vita).

Ma chi ha diritto alla Quota 41 già oggi?

La conferma inoltre che l'idea della Lega non possa andare di pari passo con quella grillina arriva dallo stesso Brambilla, che sulle colonne di Repubblica mette addirittura in guardia Di Maio: "Toccare le pensioni 'di privilegio' sembra un gran messaggio, ma potrebbe rivelarsi un boomerang".

Quota 41 o Quota 42? Secondo le ultime stime dell'Inps la quota 41 aggiunta alla quota 100 potrebbe costare anche 18 miliardi a regime. Al momento però si tratta solamente di indiscrezioni, poiché la quota 41 per tutti non fa ancora parte del nostro ordinamento e, stando alle ultime notizie sulle pensioni, non lo farà prima del 2020.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.