Migranti, Salvini: per Libia pronte altre 17 motovedette

Share

Migranti, Salvini: per Libia pronte altre 17 motovedette

L'asse Italia-Libia secondo il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, è "fondamentale" per i due Paesi. Si è parlato anche della fine dell'embargo per la Libia. L'Italia metterà a disposizione i mezzi per il pattugliamento. Le prime 12 motovedette consegnate alla Libia sono "l'inizio di un percorso". Su questo fronte, in particolare, Salvini ha annunciato che sono stati recuperati oltre 40 milioni di euro, già destinati a progetti finalizzati all'integrazione, evidenziando la trasformazione dell'obiettivo originario in un investimento mirato alla sicurezza.

Ahmed Maitig ha spiegato che la Libia non è nelle condizioni di acquistare i mezzi utili alle guardie costiere per effettuare il pattugliamento invocato da più parti.

"Se non viene garantito sostegno dalla Ue nella gestione dei flussi migratori - continua il vicepremier libico - abbiamo l'Italia che garantisce questo aiuto". Va tolto l'embargo alla Libia, "perché i trafficanti di esseri umani e di armi si disinteressano dell'embargo", ha detto Salvini sottolineando che l'Italia chiederà che gli aiuti alla Libia siano al primo punto del consiglio dei ministri dell'Interno in programma giovedì prossimo a Innsbruck. Maitig auspica anche l'avvio immediato del progetto europeo White Paper che prevede un finanziamento di 380 milioni di euro e che potrebbe garantire in questa situazione i mezzi indispensabili.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.