Listeria, aumentano i prodotti ritirati dal mercato

Share

Listeria, aumentano i prodotti ritirati dal mercato

Minestrone ritirato dal commercio per rischio contaminazione da Listeria.

Lidl, invece ha ritirato due prodotti surgelati a marchio Freshona nei punti vendita della sola Sicili.

Dove si legge: "È in corso un richiamo volontario in via del tutto precauzionale dei seguenti lotti di produzione: Minestrone Tradizione 1 Kg, numero: L7311 L7251 L7308 L7310 L7334; Minestrone Tradizione 400g L7327 L7326 L7304 L7303; Minestrone Leggeramente Sapori Orientali 600g L7257 L7292 L7318 L8011; Minestrone Leggeramente Bontà di semi 600g L7306". Lo spiega il ministro della Salute Giulia Grillo: "Sto seguendo con la massima attenzione la vicenda del batterio Listeria". Questi i lotti: Art. 79520 "Freshona" Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963; Art. 12105 "Freshona" Mix di verdure surgelate, 1000g - Assortimento Gemüsemix - Mix di verdure Codice a barre 20039035. "La cottura del prodotto annulla ogni potenziale rischio per la salute". L'analisi ha permesso di rilevare la listeria in mais dolce surgelato, ma anche in mix di vegetali surgelati fra cui il mais, fagioli surgelati e spinaci surgelati.

La listeriosi, dovuta ad intossicazione da Listeria monocytogenes, è una malattia rara ma spesso grave, con elevati tassi di ricovero ospedaliero e mortalità. L'attuale focolaio è stato ricondotto a prodotti confezionati nello stabilimento ungherese della Greenyard. "I miei uffici hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie".

Lo ha comunicato la stessa azienda, con una nota sul suo sito internet.

Per Coldiretti, "il ritiro di lotti contaminati dalla listeria in Italia ed in tutta Europa è purtroppo solo l'ultimo di una serie di allarmi alimentari".

Il lungo periodo di incubazione della Listeria monocytogenes (fino a 70 giorni) e la durata di conservazione dei surgelati (1-2 anni), abbinati al possibile consumo di mais e altre verdure scongelate senza cottura, sono fattori che possono contribuire all'insorgenza delle infezioni. Per alcuni tipi di individui (donne incinte, bambini piccoli, anziani e soggetti immunodepressi) la malattia può degenerare in forme anche molto gravi. Tuttavia il batterio Listeria può essere presente in diversi alimenti pronti e, a differenza di molti altri batteri di origine alimentare, tollera gli ambienti salati e le basse temperature (tra i 2 e i 4 gradi).

Al momento non risultano focolai di Listeria in Italia ed il ritiro dei prodotti sono effettuati in via precauzionale. Questi prodotti possono essere restituiti in tutte le filiali Lidl.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.