L'allarme di Enel: "Attenzione alle e-mail truffa"

Share

L'allarme di Enel:

Il sistema alla base della truffa è molto semplice e, purtroppo, efficace.

Enel lancia un nuovo allarme a seguito di segnalazioni di utenti che hanno ricevuto email con le quali si chiede di fornire dati personali e informazioni su carte di credito allo scopo di impossessarsene illecitamente. L'e-mail avvisa l'utente che c'è un rimborso di 85 euro ed invita a cliccare su un link, che conduce ad una buona imitazione del sito dell'Enel, dove viene richietso all'utente di mettere i dati anagrafici e il numero di carta di credito. Ma quella pagina web altro non è che un truffaldino sito di phising per rubare l'identità e svuotare il conto corrente del cliente preso di mira.

Una volta appurato di trovarsi di fronte ad una truffa sarà necessario contattare subito le autorità competenti al fine di denunciare il tentativo di truffa.

Il consiglio è quindi di non cliccare mai su questo tipo di e-mail e di segnalare alle forze dell'ordine quanto accaduto: la cosa migliore è fare uno screenshot della mail per poter fornire tutti i dati agli agenti e poi cancellare dal proprio pc la mail truffaldina. "Non è il primo caso di e-mail truffa prodotte da abili hacker che in passato hanno colpito nei conti bancari simulando servizi postali e partecipate pubbliche per le forniture di acqua e metano - dice Mina Busi, presidente ADICONSUM Bergamo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.