È iniziato il salvataggio dei ragazzi nella grotta in Thailandia

Share

È iniziato il salvataggio dei ragazzi nella grotta in Thailandia

Aspettare ancora era improponibile. Ma solo poche ore dopo è arrivata la notizia che ha gelato le attese: "Il tentativo di trivellazione è fallito".

"Oggi non poteva andare meglio di così" - È in corso una conferenza stampa delle autorità, il governatore Narongsak Osottanakorn conferma di aver già incontrato i ragazzi: "La loro salute è ottima", ha spiegato ai media, "oggi le operazioni sono andate come meglio non avrebbero potuto, siamo tutti molto felici". Le operazioni sono iniziate quando in Thailandia erano le 10 del mattino, le 5 ora italiana. Il recupero potrebbe durare anche due giorni ed è dipendente dalle condizioni meteo della zona. I ragazzi verranno fatti uscire uno a uno. Lo scrive il Bangkok Post, citando fonti tra i soccorritori e aggiungendo che l'allenatore della squadra di giovani calciatori sarà l'ultimo a uscire. Stando a quanto comunicato dai soccorritori, quindi, il primo salvataggio è arrivato con un po' di anticipo rispetto a quanto preventivato. Se un uomo amante dello sport può morire nella grotta, è chiaro che le preoccupazioni per l'incolumità dei giovani calciatori in caso di un intervento affrettato sono giustificate. Inoltre, alcuni dei ragazzi non sanno nuotare. Figuriamoci i rischi per 13 miracolati che vengono da nove giorni senza cibo e sette mangiando barrette ricostituenti.

I giornalisti sono stati allontanati dall'area circostante la grotta.

La squadra si era addentrata nella grotta di Tham Luang, nella provincia del Chiang Rai, vicino al confine con la Birmania e il Laos, sabato 23 giugno 2018, dopo l'allenamento. Il pericolo di attacchi di panico in quei cunicoli angusti è reale. Di questi 50 sono stranieri, un fatto questo che ha reso ancora più complicata l'evacuazione dal momento che i ragazzi non parlano in inglese e loro non parlano thai. Per il recupero dei primi quattro ragazzini è stato usato tutto l'ossigeno, ma non è chiaro se quello delle bombole o l'aria nella grotta. E sarebbe difficile, anche se accompagnati, gestire quel panico sott'acqua, in quelle condizioni. Ecco di che si tratta. E anche l'allenatore dei ragazzi, il 25enne Ekkapol Chantawong, ha inviato una lettera alle famiglie dei ragazzi, porgendo le sue "scuse sincere" per l'incidente. Secondo Narongsak, 100 fori nella roccia sono stati individuati sopra la grotta, e 18 di essi saranno ulteriormente esplorati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.