Giovane madre rischia di morire a causa di un assorbente interno


Giovane madre rischia di morire a causa di un assorbente interno

Share

Giovane madre rischia di morire a causa di un assorbente interno

La donna non si è accorta che una parte dell'assorbente interno era rimasta all'interno del suo corpo.

La donna è stata ricoverata con la diagnosi di sindrome da choc tossico e i dottori le hanno detto che se avesse aspettato altre 24 ore avrebbe rischiato la vita. Dopo essersi svegliata con febbre e vomito ha pensato che si trattasse di influenza e ha chiesto un appuntamento con il medico che dopo averle fatto fare delle analisi ha scoperto che aveva un'infezione da streptococco.

Amanda si ritiene molto fortunata e, proprio per questo motivo, ha deciso di raccontare pubblicamente la sua storia così da aiutare altre donne che potrebbero trovarsi nella sua stessa situazione: "Stavo bene il giorno prima e avevo passato la giornata in giro con i miei due figli, ma quando mi sono svegliata quel venerdì ho dovuto chiamare il loro papà e chiedergli di venire a prenderli perché io sapevo che stavo troppo male per prendermi cura di loro". Stando a quanto riportano i media locali, la donna se la caverà con un lungo ciclo di antibiotici, ma ha voluto raccontare la sua storia affinché serva da monito alle altre donne. La donna è stata ricoverata con la diagnosi di sindrome da choc tossico e i dottori le hanno detto che se avesse aspettato altre 24 ore avrebbe rischiato la vita.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.