Fisco: 935mila risposte alla rottamazione bis

Share

Fisco: 935mila risposte alla rottamazione bis

E' uno dei dati sulla prima rottamazione fornito dal direttore dell'Agenzia delle Entrate Ernesto Maria Ruffini in Commissione Finanze della Camera. La percentuale di chi abbia ottemperato agli obblighi scende al 77% nel caso di debiti compresi tra 10.000 e 50.000 euro e, addirittura, al 56% per quanto riguarda quelli con debiti superiori a 100.000 euro.

Più in generale, mentre il Governo ragiona sulla "pace fiscale", Ruffini spiega che il "magazzino" dei ruoli da riscuotere affidati all'Agenzia delle Entrate è di fatto di meno di 84 miliardi di euro.

Nel dettaglio, con i servizi online che sono stati lanciati dal Fisco il contribuente può prima di tutto acquisire la copia digitale della 'comunicazione delle somme dovute' che, ai diretti interessati, è stata recapitata entro lo scorso 30 giugno del 2018. La maggior parte delle domande (53%) è per debiti sotto i 1.000 euro. Il 26,6% ha crediti residui da 1.001 a 10.000 euro e l'11,3% dai 10 ai 50.000 euro. "L'intera misura della definizione agevolata", prevista dal dl 193 del 2016, "si potrebbe attestare su un valore complessivo di circa 8,2 miliardi di euro a fronte dei 7,2 miliardi di euro previsti". "L'ammontare complessivo delle riscossioni registrate a titolo di definizione agevolata nel corso del 2017, è stato pari a 6,5 miliardi a fronte di un dato previsionale di 5,073 miliardi nel 2017 - ha ricordato - e ha registrato una variazione positiva di oltre 1,4 miliardi, in parte dovuta alla scelta del contribuente di corrispondere per gli importi da pagare per la definizione agevolata in un'unica soluzione".

Per ottenere la copia digitale della 'comunicazione delle somme dovute', da parte di chi ha aderito alla rottamazione-bis delle cartelle esattoriali, non si deve fare altro che collegarsi al sito Internet dell'Agenzia delle Entrate-Riscossione e, senza che sia necessario inserire il codice Pin e la password, compilare l'apposito form che è presente nell'area pubblica del portale dell'Amministrazione finanziaria dello Stato. L'importo da pagare, al netto della quota 'abbuonabile', è di "circa 9 miliardi".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.