Fca: finisce era Marchionne, Mike Manley è il nuovo Ad


Fca: finisce era Marchionne, Mike Manley è il nuovo Ad

Share

Fca: finisce era Marchionne, Mike Manley è il nuovo Ad

L'ex amministratore delegato del gruppo italo americano si trova ricoverato a Zurigo in terapia intensiva. Innanzitutto si devono verificare tre condizioni chiave: che ci sia un legittimo interesse dell'azienda che sarebbe pregiudicato se l'informazione venisse immediatamente diffusa al pubblico; che il pubblico non venga indotto in errore dal ritardo nella comunicazione e che l'azienda garantisca la riservatezza dell'informazione.

Secondo il quotidiano, la situazione si è aggravata alla metà della scorsa settimana. Danni che secondo Lettera43.it avrebbero reso le sue condizioni irreversibili, obbligando i medici a tenerlo in vita con l'aiuto delle macchine.

L'uscita anticipata dal gruppo decisa ieri dai cda di Fca, Cnh e Ferrari "con profonda tristezza" perchè, ha una spiegato una nota, a causa dell'aggravarsi delle condizioni "non potrà riprendere la sua attività lavorativa", ha destato commozione e attestati di stima in tutto il mondo. Ora il nuovo amministratore delegato di Fca sarà Michael Manley, responsabile Jeep. Nel frattempo, al fine di garantire pieni poteri e continuità all'operatività aziendale, Manley ha ricevuto dal Consiglio stesso le deleghe ad operare immediatamente come CEO.

Manley assumerà anche la responsabilità dell'Area Nafta. "Ci ha insegnato ad avere coraggio, a sfidare lo status quo, a rompere gli schemi e ad andare oltre a quello che già conosciamo". "Ha salvato il gruppo Fca dal fallimento con scelte illuminate ed una straordinaria capacità di innovazione industriale - ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan - È stato un manager oculato ed intelligente che ha saputo fare squadra attraverso una visione moderna ed innovativa anche delle relazioni industriali, risollevando il settore auto in Italia con scelte innovative e con il contributo determinante di sindacati responsabili".

Oggi, quella differenza continua a farla la cultura che ha introdotto in tutte le aziende che ha gestito e ne è diventata parte integrante.

Sul proprio sito Dagospia parla della malattia di Marchionne aggiungendo poche ma consistenti righe: "Colpito da un tumore ai polmoni, Sergio Marchionne è in coma profondo".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.