Farmaci, Aifa dispone ritiro lotti medicinali a base valsartan

Share

Farmaci, Aifa dispone ritiro lotti medicinali a base valsartan

E sono poco meno del 20% gli italiani che nello stesso periodo dicono di aver preso almeno un Otc, a fronte di una media europea che arriva al 34,6%.

- i pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco, la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II. Per effetto della determina, quando un farmaco ottiene il riconoscimento dell'innovatività piena, lo mantiene per 36 mesi; ha dei benefici economici accedendo a uno dei due fondi nazionali di 500 milioni di euro ciascuno (per farmaci innovativi oncologici e non oncologici); ha l'inserimento diretto nei Prontuari terapeutici regionali, superando così passaggi burocratici che oggi rallentano l'accesso alle terapie.

Nello specifico, nelle ultime ore oltre 700 lotti di farmaci contenenti il principio attivo valsartan sono stati ritirati da farmacie e catena di distribuzione.

All'interno del principio attivo valsartan, utilizzato nel trattamento dell'ipertensione e l'insufficienza cardiaca, è stata ritrovata un'impurità classificata come potenzialmente cancerogena.

- I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.

L'Aifa ha disposto il ritiro di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan. In particolare ad essere sotto accusa è la sostanza denominata N-nitrosodimetilamina (Ndma).

Proprio per l'impatto evidente che questa misura ha per la vita dei cittadini, la tutela dei loro diritti e per la sua rilevanza pubblica e sociale e per le ricadute sulle casse del servizio sanitario pubblico, Cittadinanzattiva ha deciso di farne oggetto di una sua analisi civica.

Nell'elenco compaiono diverse tipologie, è possibile visionarlo a questo indirizzo.

L'Aifa ha comunicato attraverso una nota: "Se il farmaco che assumi non è tra quelli indicati nell'elenco, puoi continuare regolarmente il trattamento".

"Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio", conclude l'agenzia.

Disposto il ritiro di non pochi lotti di Valsartan direttamente dall'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.