Decreto dignità, Boccia: 'Da Confindustria terrorismo psicologico? Parole ingenerose'

Share

Decreto dignità, Boccia: 'Da Confindustria terrorismo psicologico? Parole ingenerose'

Sono gli stessi che gridavano alla catastrofe se avesse vinto il no al referendum, poi sappiamo come è finita.

Altra gaffe clamorosa per il vicepremier che dopo la figuraccia degli 8mila posti di lavoro l'anno che secondo l'Istat si perderebbero una volta approvato il decreto Dignità dovrà spiegare perchè la posizione espressa da Confindustria a proposito del divieto sulla pubblicità del gioco d'azzardo corrisponde a quanto scritto nella Relazione dei Tecnici dello Stato che accompagna il provvedimento all'esame della Camera. Sappiamo come finirà anche in questo caso.

"Fanno terrorismo psicologico. Non possiamo fidarci di Confindustria".

"Il Decreto Dignità - ha proseguito - combatte il precariato per permettere agli italiani, soprattutto ai più giovani, di iniziare a programmare un futuro". Cioè permette di creare quelle condizioni che sono la base per fare impresa, per rilanciare i consumi e per creare un circolo virtuoso. E anche se Di Maio ha fatto capire che delle lamentele dei presidente del calcio non ne vuole sapere nulla, il Carroccio spera di convincerlo per evitare una spaccatura nel Governo.

E conclude: "Siamo dalla parte dei cittadini, e non faremo nessun passo indietro".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.