Croazia in semifinale, Russia battuta ai rigori

Share

Croazia in semifinale, Russia battuta ai rigori

Dopo quattro gol e 120 minuti di emozioni, le due squadre sono andate dal dischetto per risolvere la questione e la squadra di Dalic ha avuto la meglio battendo i padroni di casa 4-3. Si va ai rigori, con Subasic, già eroe contro la Danimarca, che trascende alla dimensione di leggenda.

Russia (4-2-3-1): Akinfeev; Fernandes, Kutepov, Ignashevich, Kudryashov; Kuzyaev, Zobnin; Samedov (54′ Erokhin), Golovin (102′ Dzagoev), Cheryshev (67′ Smolov); Dzyuba (79′ Gazinskiy). Questo però non implica che ci si possa abituare a momenti del genere, e la tensione è palpabile.

Nella ripresa non sembra cambiata la solfa, i croati infatti continuano il noioso possesso, mentre i padroni di casa attendono e ripartono, anche se con meno verve rispetto al primo tempo. Qui sono i croati a portarsi in vantaggio con l'inzuccata vincente di Vida al 100', ma a cinque minuti dalla fine Mario Fernandes rimanda tutto ai rigori, segnando anche lui di testa. Nello stadio di Sochi, tra Russia e Croazia il primo tempo si gioca su ritmi altissimi, senza esclusione di colpi: parte a tutta la Russia, che però fatica a rendersi pericolosa, alla lunga la Croazia prende in mano il comando delle operazioni, con i due genietti di centrocampo Modric e Rakitic. Tanto basta alla Croazia per rimettere tutto in discussione con il pareggio di Kramaric. Al 52′ rovesciata di Kramaric, precisa ma troppo morbida per battere Akinfeev che blocca senza problemi.

Reti: nel pt 31′ Cheryshev, 39′ Kramaric; nel pts 11′ Vida; nel sts 10′ Fernandes. Entra Brozovic, esce Perisic: la Croazia passa al 4-1-4-1. Si va dunque ai supplementari dopo 90' di pieno equilibrio. All'8' su corner ci prova Rebic dopo la sponda aerea di Lovren, ma la palla è alta. Con la forza della disperazione, la Russia trova il pareggio: Mandzukic lascia completamente solo Mario Fernandes che da centro area in torsione impatta il pallone di testa spiazzando Subasic.

La Croazia parte forte, con la spinta sulle fasce di Rebic e Perisic, ma non riesce a trovare la chiave per scardinare la difesa compatta dei russi. Sputnik presenta una panoramica delle opinioni dei media di diversi paesi, dedicata al match tra Russia e Croazia. A disposizione: Lunev; Gabulov; Semenov, Granat, Alexey Miranchuk, Anton Miranchuk, Zhirkov, Smolnikov. Commissario tecnico: Stanislav Cherchesov. A disposizione: Livakovic, Kalinic; Jedvaj, Bradaric, Caleta-Car, Badelj, Pjaca.

IV UOMO: Janny Sikazwe (Zambia). Entrambe hanno raggiunto i quarti di finale dopo aver superato gli ottavi di finale ai calci di rigore, per di più entrambe dopo aver pareggiato 1-1 ai regolamentari e supplementari.

Note: ammoniti Lovren (C), Strinic (C), Vida (C), Gazinskyi (R).

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.