Bracconieri a caccia di rinoceronti in un'area protetta sbranati dai leoni

Share

Bracconieri a caccia di rinoceronti in un'area protetta sbranati dai leoni

In Sudafrica e per la precisione nella Sibuya Game Reserve, un gruppo di leoni ha sbranato una gang di bracconieri, formata da almeno due persone. La notizia è stata comunicata da Nick Fox, il proprietario della riserva, tramite un post pubblicato sulla pagina Facebook dell'area protetta. I presunti bracconieri sono entrati nella riserva nella notte di domenica 1 luglio.

La conferma è arrivata martedì mattina, quando una guida del campo si trovava in giro per la riserva durante un safari con i turisti e ha scoperto i resti umani informando l'unità anti-bracconaggio. Gli uomini si trovavano nel sito naturale, probabilmente, per cacciare rinoceronti. I leoni coinvolti nel fatto sono stati anestetizzati, racconta Fox che spiega che gli animali potrebbero aver reagito alla presenza di persone che agivano in maniera totalmente differente da quelle che erano abituati ad avere intorno.

I leoni sono stati immediatamente raggiunti da un'equipe veterinaria e, a seguito della somministrazione a distanza di anestetici e tranquillanti, sono stati visitati dai medici per vagliarne le condizioni di salute. Considerato come i quadrupedi non mostrino comportamenti diversi dal solito, né aggressività immotivata, i responsabili della riserva non avrebbero intenzione di modificare le loro abitudini né di trasportarli altrove per ragioni di sicurezza.

La vicenda è riportata anche dal portale locale Sowetan Live: a scoprire i resti dei cacciatori di frodo sono stati alcuni addetti, che hanno rinvenuto anche alcune armi, tra cui fucili da caccia.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.