Boldrini: "Salvini anti-italiano indegno"

Share

Una semplice maglietta bianca per Matteo Salvini, con un segnale stradale stampato, quello del divieto di svolta a sinistra, accompagnato da una frase abbastanza eloquente e che non lascia spazio ad alcun dubbio.

L'ex presidente della Camera, sostiene queste parole in un'intervista a The Post International Tpi.

Salvini, dal suo profilo Facebook, aveva già replicato a Boldrini scrivendo: "I loro insulti e le loro minacce hanno un unico effetto, quello di darmi più forza". Due degli esponenti con cui più Salvini si è scontrato negli ultimi giorni per varie questioni: a partire dal presunto censimento dei rom, passando sempre per la questione della chiusura dei porti e la gestione dei flussi migratori in Italia, finendo con la velata minaccia di levare la scorta a Saviano. Nel frattempo, sul territorio continuano le mobilitazioni e le proteste contro l'attacco deciso che è stato attivato dal nuovo governo nei confronti delle Organizzazioni non governative (Ong): la stessa maglietta rossa - va ricordato - è stata scelta perché il piccolo Aylan, il bambino siriano di tre anni morto per annegamento nel 2015, trovato sulla spiaggia di Bodrum in Turchia e diventato simbolo dei rischi corsi dai migrandi, indossava un indumento dello stesso colore.

Molto meno diplomatica Laura Boldrini, che carica a testa bassa Salvini: "Un bullo indegno, anti italiano, si crede forte ma nessuno gli dà retta". Durissima la reazione della Boldrini: "Spero che ai suoi figli non avvenga ciò che lui sta riservando a tanti bambini", dice la Boldrini, che si dice convinta che "un patto con l'Ungheria" stia "sacrificando gli interessi degli italiani" e che Salvini si stia illudendo per quanto riguarda la Libia: "Non eseguiranno mai i suoi ordini". Condividete il mio appello? Una risposta che la leader di FdI invia a "Laura Boldrini, Gad Lerner, Roberto Saviano e una serie di altri personaggi".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.