Biologico, sequestrate oltre 100 tonnellate di alimenti irregolari

Share

Biologico, sequestrate oltre 100 tonnellate di alimenti irregolari

Da Bologna ad Aosta ed anche nel milanese, tre aziende sono state fatte chiudere dai carabinieri perché non rispettavano i parametri igenico-sanitari. Gli alimenti comunemente definiti biologici provengono da coltivazioni o allevamenti che utilizzano tecniche agronomiche e zootecniche a basso impatto ambientale, attraverso protocolli produttivi nei quali è vietato o limitato l'impiego di diserbanti, insetticidi o concimi contenenti sostanze di sintesi chimica. Poche aziende disoneste rischiano con i loro comportamenti scorretti di mettere in crisi tutta quelle aziende oneste che credono davvero nei prodotti biologici come simbolo di uno stile di vita più sano e più in armonia con l'ambiente e la natura.

Non si fermano le frodi nel settore biologico e a dimostrarlo c'è l'ultimo bilancio dei Carabinieri del Nas. Eseguite 186 ispezioni nella filiera "biologica", accertate 31 irregolarità presso altrettante aziende ed esercizi commerciali. Il risultato dei controlli ha infatti del clamoroso: sono state sequestrate 100 tonnellate di cibo per, circa 1500 confezioni di alimenti sono risultate irregolari e non idonee alla commercializzazione a causa di un'errata etichettatura, di mancanza di tracciabilità, per avvenuta scadenza del prodotto o per ragioni igieniche legate alla conservazione. In totale quarantanove violazioni amministrative contestate per un ammontare complessivo di 55mila euro di sanzioni. A Milano invece, i Nas hanno messo i sigilli ad una ditta che produce prodotti per la prima colazione a causa della presenza di roditori nei locali adibiti alla produzione e al magazzino. Tra gli interventi più importanti i carabinieri del Nas di Treviso hanno sequestrato 1.950 kg di materie prime, tra cui farine biologiche di varie tipologie, tutte scadute. Sono state contestate violazioni amministrative per 2.000 euro nonché segnalate criticità procedurali e igienico sanitarie all'Autorità sanitaria locale.

Nonostante questi episodi aumentano del 10,5% le vendite di prodotti alimentari biologici in Italia con un trend positivo ininterrotto da un decennio secondo una analisi della Coldireti su dati Nielsen relativi al primo quadrimestre del 2018 negli Iper e supermercati.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.