Berlusconi: Dl dignità contro le aziende

Share

Berlusconi: Dl dignità contro le aziende

Non poteva mancare da parte di Di Maio una battuta sulla questione migranti, dopo che nei giorni scorsi nel mirino di Salvini dopo le Ong sono finite le navi militari straniere che - attraverso le missioni internazionali - portano in Italia i migranti recuperati nel Mediterraneo.

Il Decreto Dignità "non risolve in un colpo i problemi degli italiani, ma è il primo passo che indica la direzione che seguiremo. Invece proprio quelle esperienze mi possono servire per aiutare tanti giovani che non trovano lavoro o sono disposti ad accettare anche senza essere pagati pur di avere un lavoro". "Sono sempre stato preso in giro per aver fatto il muratore, lo steward, il cameriere". A dire della capogruppo alla Camera di Fi le innovazioni annunciate dal governo "sono state già applicate in passato dalla sinistra e hanno avuto l'effetto di trasformare i precari in disoccupati, di rendere più complicata la vita agli imprenditori, aumentando il contenzioso". Il governo Conte sta facendo esattamente il contrario: l'oppressione burocratica aumenta, diventa più rigido un mercato del lavoro che al contrario in tutto il mondo progredito è sempre più aperto, più mobile, più dinamico, mentre anche l'incertezza sul piano dei giudizi in tema di lavoro aumenta in misura preoccupante.

'Torna il peggio della sinistra dirigista', attacca il leader di FI spiegando che 'il decreto è un male per le aziende e l'occupazione'. "Se ne faccia una ragione, noi continueremo a lavorare nell'esclusivo interesse delle famiglie!".

Rispondendo a una domanda sulla possibilità di un maggiore turnover nei posti di lavoro, il vicepremier ha infine sostenuto che tale rischio non sia concreto, "perché incentiviamo il tempo indeterminato, l'obiettivo principe è diminuire il costo del lavoro".

Questo significa difendere chi lavora.

Il numero uno di Forza Italia ha poi evidenziato che le proposte contenute nel Dl dignità "scontentano tutte le categorie produttive, chi lavora e chi crea lavoro", sottolineando i danni recati a piccole-medie imprese, "questo decreto sembra fatto contro di loro".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.