Un successo l'incontro Trump-Kim a Singapore. "Lasciato passato alle spalle"

Share

Un successo l'incontro Trump-Kim a Singapore.

Sul tavolo del negoziato la denuclearizzazione della penisola coreana, un trattato di pace per porre fine definitivamente alla guerra di Corea, investimenti economici in Corea del Nord e l'unificazione in futuro tra il Nord e Sud della penisola rimasta divisa dal 1948.

Si è concluso con una firma al documento congiunto e con un applauso dei presenti lo storico incontro tra Kim Jong Un e Donald Trump. In cambio l'America offrirà la sua protezione alla Corea del Nord.

In questo arco di tempo la tensione tra i due Paesi è aumentata fino a far temere per lo scoppio di un conflitto.

Se la strategia ispiratrice del Ttip consisteva in un rinsaldamento delle economie più avanzate in un'alleanza in grado di contrastare il potere delle economie emergenti, adesso gli Stati Uniti avrebbero scelto una strada ben diversa. Da quel momento in poi Dennis ha viaggiato più volte verso la Nord Corea, sempre per incontrare Kim sempre etichettato come "un bravo ragazzo" e "un amico per la vita". Quello delle bandiere statunitensi e coreane, ma anche degli innumerevoli tappeti rossi pronti ad accogliere i passi dei due leader. Le parole con cui Trump ha definito l'incontro, che è avvenuto al Capella Hotel di Singapore, sono state trionfalistiche. I due leader si sono stretti la mano, vigorosamente, per 13 secondi. E Trump ha toccato la spalla di Kim dicendogli qualcosa. "Il Maresciallo coreano ha parlato in inglese: "Nice to meet you Mr. President", piacere di conoscerla signor Presidente". "C'è molta soddisfazione e molta gioia, voglio ringraziare il presidente Kim", ha detto Trump. "Non è stato facile arrivare qui - ha replicato Kim - ci sono stati degli ostacoli ma li abbiamo superati e ora siamo qui". L'incontro è durato circa 40 minuti e al termine i leader si sono detti soddisfatti.

Il tweet di Trump ha dato il via ad un susseguirsi di reazioni furiose che non sembra essere ancora finito, rendendo evidente come l'incontro che voleva mitigare i toni e ritrovare un equilibrio nelle relazione internazionali tra le più forti economie così dette occidentali ha avuto gli effetti esattamente opposti. Washington e Pyongyang si impegnano, infine, a dare seguito all'accordo raggiunto oggi con ulteriori negoziati per la sua attuazione che verranno discussi dal segretario di stato americano, Mike Pompeo, e da un alto funzionario di Pyongyang. Gli americani invece hanno fatto coincidere il vertice con due mosse palesemente anticinesi. "E' significativo che sia la Corea del Nord sia gli Usa abbiano trovato un'intesa su Singapore".

Durante una passeggiata dopo pranzo nei giardini dell'hotel di Singapore dove si era tenuto l'incontro, Trump aveva aggiunto che "il summit è andato meglio di quanto chiunque potesse aspettarsi".

"Stiamo iniziando questo processo in modo molto, molto veloce", ha detto Trump, rispondendo alla domanda sull'intenzione reale di Kim di rinunciare al nucleare. "Supereremo tutti i tipi di scetticismo e le speculazioni su questo summit e credo che questo sarà un bene per la pace".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.