Torna a crescere lo spread aspettando la fiducia a Conte della Camera

Share

Torna a crescere lo spread aspettando la fiducia a Conte della Camera

Il rendimento del decennale italiano è al 2,899%.

I mercati, secondo gli analisti, si interrogano sul programma di governo e non gradiscono la scarsità di dettagli che il premier ha dato sulle scadenze e sulle coperture finanziarie delle misure che intende adottare.

La Borsa di Milano ha girato subito in ribasso dopo l'avvio in territorio positivo e perde con il Ftse Mib lo 0,8% a 21.592 punti a metà mattina. Il Ftse Mib milanese, arrivato a far segnare la migliore prestazione del Vecchio Continente e' scivolato in rosso proprio in concomitanza con l'inizio del discorso programmatico di Conte che, tra le altre cose, ha ribadito la volonta' di agire con forza per adeguare la governance europea. Dopo la casa automobilistica italo-americana le performance peggiori sono di Ubi Banca (-3,16%), Bper Banca (-2,94%), Banco Bpm (-2,93%).

Le tensioni sull'Italia rendono caute anche le Borse europee con l'indice d'area che naviga sulla parità. Parigi guadagna lo 0,59% a 5.497 punti, Francoforte lo 0,91% a 12.839 punti e Londra lo 0,4% a 7.731 punti. Sul mercato restano insomma i timori sul nuovo Governo Lega-5 Stelle. I listini guardano al G7 in Canada nel fine settimana e ai colloqui sulle politiche commerciali con un faro sui dazi Usa.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.