Rimborso Irpef, quando e come viene dato. I tempi e le regole


Rimborso Irpef, quando e come viene dato. I tempi e le regole

Share

Rimborso Irpef, quando e come viene dato. I tempi e le regole

E per chi non ha un sostituto d'imposta? Le modalità di rimborso del credito Irpef, dunque, variano a seconda della tipologia del credito stesso.

Rimborso Irpef, come funziona e quanto bisogna aspettare?

E le tempistiche? L'accredito del rimborso Irpef dipende ovviamente dalla data in cui si invia la dichiarazione dei redditi tramite il modello 730/2018 (la scadenza è fissata al 23 luglio 2018). Se nel caso del ricalcolo si scopre che il contribuente abbia pagato più tasse di quelle dovute beneficia di un rimborso Irpef. Al lavoratore dipendente il credito viene riconosciuto con il conguaglio in busta paga del proprio datore di lavoro. Per il pensionato sarà l'INPS a doverlo accreditare, unitamente all'assegno previdenziale.

La presentazione della dichiarazione dei redditi, tramite il modello 730/2018, che si tratti di una mera precompilata o sia stata modificata dal contribuente, richiede, comunque, un ricalcolo dell'imposta netta [VIDEO]da parte dell'amministrazione finanziaria che può portare ad un rimborso a favore del contribuente. Ricapitolando, per il lavoratore dipendente sarà il datre di lavoro a porsi come sostituto d'imposta, mentre la carica per i pensionati sarà coperta dall'INPS. Il controllo preventivo scatta quando ci sono delle incoerenze rispetto a quanto stabilito dalla stessa Agenzia (ad esempio per integrazioni al 730 o per un rimborso più alto chiesto ingiustamente) o il contribuente ha diritto ad un rimborso Irpef superiore a 4.000 euro.

Per i contribuenti che hanno diritto al rimborso Irpef ma sono privi di sostituto d'imposta l'accredito invece avverrà direttamente sul conto corrente opppure in alternativa sarà l'Agenzia delle Entrate a inviare una comunicazione al titolare del rimborso, con l'invito a presentarsi presso un ufficio postale per la riscossione del credito.

In buona sostanza, se lo scorso anno hanno presentato la dichiarazione nel mese di maggio, lo riceveranno (se spettante) con lo stipendio di luglio.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.