Reina: "Juventus? Imbattibile. Sarri un papà, De Laurentiis..."

Share

Ora il concetto del portiere sarà un attimino diverso. Sul dualismo con Donnarumma: "Non mi hanno fatto alcun discorso dal punto di vista personale". È una cosa da sottolineare perché abbiamo fatto un grandissimo campionato. La Juve ne ha fatti di più e bisogna farle i complimenti. "In tal senso credo che l'opzione Sirigu è un po' defilata, nel senso che probabilmente è un portiere che il Napoli cercherà di prendere se non riuscirà ad arrivare ad uno degli altri obiettivi". La nostra è stata una relazione padre-figlio: "gli voglio bene e anche io gli sarò per sempre grato". "Real Madrid? Lo consiglio a tutte le squadre del mondo".

Il nuovo corso di Ancelotti: "Spero che il Napoli possa tornare a vincere, ma finché la Juve investirà come sta facendo sarà difficile strapparle il trono".

Intervista di Pepe Reina ad As: "Già un anno fa volevo lasciare Napoli, ma ho rispettato il patto scudetto". "Un anno fa. Il PSG mi fece un'offerta, ma il Napoli la rifiutò: sarebbe stato facile, nell'estate dei 'certificati medici', cercare un modo per forzare la cessione, ma avevo fatto un patto-scudetto con i miei compagni e decisi di accettare la decisione del club".

DEFERIMENTO - "Andrà tutto bene e sono tranquillo - ha detto Reina a proposito del deferimento della Procura Figc per aver frequentato dei pregiudicati legati ad ambienti camorristici -". Chi mi conosce, sa che non ho nulla a che fare con quel mondo. "A Napoli ho conosciuto tante persone ma non posso sapere di cosa si occupano 300 amici nella loro vita privata". "Abbiamo due personalità forti e idee diverse".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.