Per Kojima l’obiettivo di Death Stranding è di "ricollegare il mondo"

Share

Per Kojima l’obiettivo di Death Stranding è di

Il lungo ma ancora criptico video di otto minuti con la demo di Death Stranding mostrato questa notte durante l'evento E3 di Sony non ha ancora svelato molto del gameplay di questa esclusiva PS4 firmata da Hideo Kojima.

Inoltre, Kojima non era sicuro che Léa Seydoux e Lindsay Wagner (le due donne presenti nell'ultimo trailer) avrebbero accettato l'incarico; è quindi rimasto molto contento quando hanno scoperto che avrebbero preso parte al cast del gioco. "Voglio che le persone discutano tra loro, che generino aspettative finchè non avranno queste risposte".

Oltre al video, vi lasciamo ad una corposa gallery di 28 immagini inedite.

Non è facile lavorare con attori impegnati ma posso assicurarvi che nel progetto ci sto mettendo tutto me stesso, potrebbe essere l'ultimo gioco che farò, è un concetto che porto avanti per ogni gioco che realizzato, non posso fallire. Il freebooting è il male più assoluto di questo mondo e i siti che lo praticano non sono da prendere sul serio.

Proprio per questo il geniale autore ha voluto fornire qualche dettaglio chiaro durante una lunga intervista rilasciata per The Hollywood Reporter: dalle sue parole, pronunciate in risposta alla possibile estinzione dei giochi in singolo, si evince infatti che Death Stranding sarà un single-player con componenti online. Sarà possibile giocare "alla vecchia maniera", ma Kojima sta cercando di creare qualcosa di mai visto prima.

Avevo bisogno di una versione più giovane, per questo abbiamo cominciato a fare esperimenti per renderla tale e in tempo reale.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.