La Francia vieta il cellulare nelle scuole elementari e medie


La Francia vieta il cellulare nelle scuole elementari e medie

Share

La Francia vieta il cellulare nelle scuole elementari e medie

Metà delle scuole francesi ha già vietato il telefonino dentro le classi per regolamento interno. E così la Francia è corsa ai ripari. La normativa entrerà in vigore a partire dal prossimo anno scolastico, ma ormai è stata approvata anche dall'Assemblea Nazionale, che ha dato il via libera definitivo dopo la proposta giunta dalla maggioranza di Governo. Hanno votato a favore il partito del presidente Macron, En Marche, i centristi del Mouvement Démocrate e i liberali dell'Unione dei Democratici e degli Indipendenti. Il provvedimento riguarderà la quasi totalità degli alunni, visto che il 93% dei francesi tra i 12 e i 17 anni possiede un telefono cellulare. Anzi, come ricordato dal ministro dell'Istruzione, Jean-Michel Blanquer, è ispirata al comportamento tenuto dai Ministri in occasione dei Consigli che si tengono all'Eliseo, dove i telefoni cellulari devono obbligatoriamente essere depositati in un apposito scaffale all'ingresso. Inoltre, secondo il codice dell'Educazione, telefonare durante le lezioni è vietato ovunque già dal 2010.

La legge prevede il divieto assoluto d'utilizzo degli smartphone a scuola tranne che per usi pedagogici e nei luoghi dell'istituto in cui l'uso è autorizzato espressamente dal regolamento interno.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.