Iran, caos scarpe: Nike sospende fornitura, colpa di Trump

Share

Iran, caos scarpe: Nike sospende fornitura, colpa di Trump

La recente fuoriuscita di Trump dall'accordo nucleare con Teheran avrà conseguenze anche negli imminenti Mondiali di calcio che cominceranno giovedì e che il giorno successivo vedranno l'esordio dell'Iran contro il Marocco. Accade quindi che Nike ha già comunicato alla nazionale iraniana guidato da Carlos Queiroz che in occasione dei mondiali la casa americana non potrà fornire l'attrezzatura a Shojaei e compagni.

L'Iran dovrà risolvere un problema non da poco, a due giorni dall'inizio del Mondiale in Russia. Il ct Queiroz ha tuonato contro una decisione a suo modo di vedere ingiusta e dannosa.

Uno smacco all'Iran da parte dell'America e un problema in più per la nazionale asiatica.

Un caso unico al mondo e senza precedenti, che il ct iraniano ha così commentato: "I giocatori finiscono per abituarsi alla propria attrezzatura sportiva e non è giusto cambiarla a meno di una settimana da partite così importanti", invitando la Fifa a prendere posizione sulla vicenda.

Già nel 2014, in occasione della Coppa del Mondo, l'Iran era sotto l'egida delle sanzioni imposte da Obama, poi tolte in seguito all'accordo nucleare, ma allora il rifornimento alla squadra che partecipò alla Coppa del Mondo fu garantito. Per ora non ha avuto nessuna risposta.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.