Governo, Salvini: "Chi guadagna di più paghi meno tasse"

Share

Governo, Salvini:

Dall'anno prossimo, sarebbe applicata al reddito d'impresa e (solo) dal secondo anno alle famiglie.

"Dalle parole di Bagnai sulla flat tax si comprende il primo obiettivo del nuovo governo giallo verde: confondere tutto per non cambiare niente". Lo dichiara Maria Chiara gadda, deputata del Partito Democratico, per commentare le parole del senatore Alberto Bagnai sulla flat tax. Ciò si tradurrebbe, per le famiglie, in "una deduzione fissa di 3mila euro sulla base del reddito familiare".

E sul tema è entrato anche il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, ospite di "Circo Massimo" su Radio Capital checi ha tenuto a precisare un aspetto di cui si sta discutendo in rete: "Aumentare l'Iva per finanziare la Flat tax?". A guadagnarci davvero sono solo i più ricchi, compresi i due leader dei partiti al governo, oggi entrambi parlamentari: i redditi dichiarati da Luigi Di Maio nel 2017 - quando era già deputato, mentre Salvini rivestiva il ruolo di europarlamentare -, pubblicamente consultabili sul sito della Camera, ammontavano ad esempio a oltre 98mila euro. "Allo stato attuale posso dire che non e' vero che dal prossimo anno la Flat tax entrera' in vigore solo per le imprese, ma che ci sara' anche per le famiglie".

"Certo, se per 'cambiamento' s'intende annunciare provvedimenti già presi da altri - prosegue - possiamo quanto meno stare tranquilli che i guasti saranno limitati". Ha ribadito l'interesse ad unire, dal punto di vista politico, le materie inerenti la parte imprenditoriale e quella dei lavoratori, e valuterà se fondere o meno i due ministeri.

Di fronte ad una operazione così costosa e complessa tutti i cittadini dovrebbero porsi una domanda: a chi conviene la flat tax?

Le dichiarazioni di Bagnai suscitano le ire del Pd. Sono le risorse che verranno reimmesse nell'economia grazie alla maggior capacità di spesa di imprese e famiglie.

"E' inconcepibile un livello di ignoranza e approssimazione simile. Resta il fatto che l'impostazione di questo programma, pardon contratto, di governo sull'intreccio fra tasse, imprese e welfare è molto confuso e contraddittorio". Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.