Flat Tax, Bagnai assicura: "Per le imprese in arrivo dal 2019"


Flat Tax, Bagnai assicura: "Per le imprese in arrivo dal 2019"

Share

Flat Tax, Bagnai assicura:

"Ci ripromettiamo di introdurre misure rivoluzionarie che conducano a una integrale revisione del sistema impositivo dei redditi delle persone fisiche e delle imprese". Nella versione approvata la riforma fiscale non andrebbe proprio nella direzione di una "tassa piatta" ma sarebbe declinata con due aliquote fiscali: 15% per reddito familiare inferiore a 80mila euro e 20% per reddito familiare superiore agli 80mila euro.

Ci sarà cioè l'aumento dell'Iva? Perché se per flat tax si intende una tassa unica e proporzionale sui redditi delle aziende, quella c'è già e oggi si chiama Ires.

La Flat Tax, il cavallo di battaglia di Matteo Salvini, in un primo momento verrà applicata solamente alle imprese e solo successivamente, probabilmente nel 2020, anche alle famiglie italiane. Resta da capire se con la nuova flat tax resteranno le deduzioni e detrazioni oppure solo quelle relative ai mutui per la prima casa e agli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica, in quest'ultimo caso spalmati in 10 anni. Il nuovo regime fiscale si caratterizza come segue.

In entrambi i casi, è prevista una "no tax area".

In base a un report del Corriere, la flat tax concepita nel contratto di governo, converrebbe solo ai soggetti che percepiscono almeno 30 mila euro annui. "Si verserebbero 3.870 euro di tasse invece di 5.530 euro". A spiegare il complesso meccanismo di questa imposizione fiscale a doppia aliquota è un articolo pubblicato dal Sole 24 Ore: "Il 20% sarebbe applicato a tutto il reddito delle famiglie che superano la soglia degli 80mila euro".

Questo discorso potrebbe valere anche per le imprese.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Se dovessero scattare, oltre al conseguente aggravio per i bilanci delle famiglie e un calo dei consumi si verificherebbe un effetto depressivo sulla produzione e un peggioramento dei livelli occupazionali. Quanto all'introduzione della "flat tax", siaArmando Siri (che del provvedimento è stato l'ideatore) - intervistato da Affaritaliani.it- sia Alberto Bagnai (in predicato di diventare sottosegretario all'Economia) hanno sostenuto l'opportunità di procedere in due tempi: con la manovra legata alla Legge di Stabilità 2019 verrebbe introdotta per le imprese, sia di capitali (per le quali di fatto è già in vigore) sia di persona, e per le famiglie numerose (i parametri sono ancora da individuare, ma Siri ha ipotizzato "con due o tre figli"). Che a Radio Cusano Campus ha spiegato come possa risultare logico applicare la flat tax prima alle imprese, perché "è un lavoro che si può fare in qualche mese". Si prevede dunque un inizio parziale per le famiglie e una procedura di completamento che duri un anno?

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.