Diritti tv, la spuntano Sky e Perform: "Raggiunti 1,4 miliardi, 90°è salvo"

Share

Diritti tv, la spuntano Sky e Perform:

La partita sull'assegnazione dei diritti tv della Serie A per il prossimo triennio si è chiusa: ad aggiudicarseli sono stati Sky e Perform, che dunque trasmetteranno le partite del massimo campionato italiano da agosto 2018 al 2021. "Siamo riusciti a ottenere una maggiore elasticità da parte dei soggetti aggiudicatari per la trasmissione delle partite in chiaro, per cui 90° minuto anche quest'anno e per i prossimi anni andrà di nuovo in onda". "Ho appena chiamato il direttore generale della Rai per comunicarglielo".

90° MINUTO SALVO - "Riparte 90' minuto". Ormai gli interessi economici dei club di calcio passano sopra a ogni interesse dei cittadini che hanno il diritto di godersi lo sport, anche sulla tv pubblica.

Giorno decisivo per l'assegnazione dei diritti TV per il triennio 2018-2021. "Le offerte sono state anche superiori a quanto ci aspettassimo" sono state le parole del numero uno dei Grifoni. I rappresentanti del Biscione hanno abbandonato la sede della Lega Calcio Serie A a Milano, dove sono in corso le trattative. Le offerte hanno rispettato il prezzo minimo complessivo di 1.1 miliardi di euro? Mediaset, invece, è fuori dai giochi.

La giornata odierna avrà comunque un esito definitivo. Nessuno dei tre pacchetti predisposti è stato assegnato, nonostante le offerte presentate da Sky, Mediaset e Perform. La fase di rilancio è su tutti i tre pacchetti. Mediaset non ha presentato nessuna offerta. In caso contrario, tra le 14 e le 20, i broadcaster potranno effettuare eventuali rilanci.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.