Com’è andato il centrodestra, con e senza la Lega

Share

Com’è andato il centrodestra, con e senza la Lega

"Rispetto al 2013 - continua la deputata - abbiamo aumentato mediamente la percentuale dei voti ottenuti almeno del 20 per cento, con punte di incremento in alcuni Comuni addirittura del 33 per cento". E Treviso dove la Lega trascina il centrodestra ad una vittoria larghissima contro il sindaco uscente di cenrosinistra.

Centrodestra in recupero al Sud In Campania, ad Avellino, il centrosinistra sarebbe in vantaggio e M5S anche qui in calo, ma rispetto alle politiche. E chi ha votato lo ha fatto, ad eccezione di Ancona, per altri candidati: a Brescia il 26,8% degli elettori grillini ha preferito il centrosinistra, contro il 17,4 che ha messo la croce sul candidato pentastellato; a Pisa e Vicenza preferito invece il centrodestra (rispettivamente il 24,3 e 30,6%).

Anche Imperia va al ballottaggio. Questi due fattori hanno significato in diverse città l'affermazione dei candidati di centrodestra.

Pierluigi Piccini, la cui lista Per Siena è risultata la prima alle Amministrative, ha così commentato l'esito del primo turno: "I risultati emersi dal primo turno elettorale sono chiari - ha detto - Due senesi su tre hanno scelto di lanciare un messaggio molto forte al Partito democratico".

Prosegue il lavoro iniziato 5 anni fa anche Alberto Latini, sindaco di Valmontone. In Toscana si profila un minimo vantaggio dei dem ma il ballottaggio è pieno di incognite. A Siena, città simbolo del dissesto finanziario, si scontreranno il sindaco uscente Bruno Valentini (Pd) e Luigi De Mossi del centrodestra. Per la poltrona di Massa, Alessandro Volpi sfiderà Sergio Menchini di M5s, mentre a Pisa è testa a testa tra Andrea Serfogli (Pd) e Michele Conti (centrodestra). A Brindisi i Cinque stelle hanno perso il 31 per cento. È riuscito a eleggere Emilio Del Bono a Brescia (dove non era facile).

A Ivrea sarà ballottaggio. Nel borgo terremotato di Ussita è stato eletto con 165 voti Vincenzo Marini. Vittorio Sgarbi è il nuovo sindaco di Sutri, nel viterbese. A Trapani è nettamente in testa Tranchida sostenuto da liste civiche. Dopo il ballottaggio, forse, il Partito democratico a Siracusa potrebbe essere rifondato, ripensato, rivisto e cambiato. Se la dovrà vedere con candidato del centrodestra Francesco Persiani, appoggiato da Fratelli d'Italia, Lista civica Persiani sindaco, Lega, Il popolo della famiglia, FI.

Complessivamente il centrosinistra aveva 16 sindaci nei comuni capoluogo di provincia e per ora ne riconferma solo 1. A Catania regge il cosiddetto 'patto dell'arancino' siglato nel novembre scorso nella città tra tutto il centrodestra, e che ha portato alle scorse regionali all'elezioni di Nello Musumeci a presidente della Regione. Carmen Cappello, sostenuta dal Pd e dagli alleati, si ferma, infatti, al 42% e se la vedrà con Manuela Sangiorgi del Movimento 5 Stelle, che ottiene il 29,2%. Come a Catania, dove Salvo Pogliese (52,29%) batte al primo turno Enzo Bianco (26,41%), che ammette la sconfitta. Alle precedenti elezioni comunali era stata del 67,24%.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.