Aquarius, l'attacco francese: "Italia cinica". Conte: "No a lezioni ipocrite"


Aquarius, l'attacco francese: "Italia cinica". Conte: "No a lezioni ipocrite"

Share

Aquarius, l'attacco francese:

È altissima la tensione tra Francia e Italia dopo il caso Aquarius, la nave della Ong Sos Mediterranée - con 629 persone a bordo soccorse in mare - a cui Malta e Italia hanno negato l'attracco. L'accusa, di per sé anche condivisibile, diventa un boomerang talmente facile che riesce ad assestarlo perfino Di Maio (pur con stupefacente bambineria: "e vogliono li aiutiamo noi, aprano i loro porti e noi gli trasferiamo un po' di persone in Francia", ha risposto il capo politico del Movimento 5 Stelle). Ogni volta che un Macron attacca le politiche di Salvini il ministro dell'interno si fortifica e accumula consenso. "Ci vuole la faccia di bronzo a definire l'Italia cinica e irresponsabile come fa il presidente francese Macron". Altrettanto dura la replica di Palazzo Chigi: "L'Italia non può accettare lezioni ipocrite da Paesi che in tema di immigrazione hanno sempre preferito voltare la testa dall'altra parte". Io voglio lavorare serenamente con tutti, ma con un principio: "prima gli italiani".

Ora, secondo fonti governative, è a rischio il vertice tra Giuseppe Conte ed Emmanuel Macron previsto per venerdì a Parigi.

Da Angela Merkel, intanto, arriva il richiamo all'unità: "Sull'immigrazione illegale dobbiamo rispondere in modo unitario. Questo tema ha il potenziale di danneggiare l'Europa".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.