Amazon:Ispettorato, assuma 1.300 persone


Amazon:Ispettorato, assuma 1.300 persone

Share

Amazon:Ispettorato, assuma 1.300 persone

Non si è fatta attendere la richiesta dei sindacati, con la Cgil che propone di sedersi al tavolo per dare seguito alla richiesta di stabilizzazioni sulla base del verbale dell'Ispettorato. E' quanto ha notificato l'Ispettorato Nazionale del Lavoro ad Amazon dopo aver avviato un accertamento nei confronti della società Amazon Italia Logistica. Che cosa viene contestato all'azienda? Il verbale compilato dagli ispettori specifica che la multinazionale ha "sforato" i limiti per l'impiego per personale a tempo determinato nel periodo compreso tra luglio e dicembre del 2017.

La decisione potrebbe avere un impatto da subito.

"L'iniziativa - si legge - consentirà la stabilizzazione di oltre 1.300 lavoratori interinali utilizzati oltre i limiti, i quali pertanto potranno richiedere di essere assunti in tempo indeterminato, e a far data dal primo giorno di utilizzo, direttamente dalla società Amazon". Quindi si definisce "un datore di lavoro corretto e responsabile". "Rispettiamo il lavoro dell'autorità ispettiva e ci impegniamo affinché tutte le osservazioni che ci vengono rivolte siano affrontate rapidamente".

Contratto alla mano, secondo gli ispettori, Amazon avrebbe potuto utilizzare 444 somministrati, al momento dell'ispezione erano 1.308. Erano i giorni in cui i lavoratori del centro di Castel San Giovanni avevano scioperato e manifestato per protestare contro le condizioni di lavoro.

Amazon Italia dovrà assumere 1.300 lavoratori a tempo indeterminato: lo ha deciso l'Ispettorato del lavoro al termine di una vertenza. "Negli ultimi due anni - dice l'azienda di Jeff Bezos - le conversioni sono state 500 nel 2016 e 270 nel 2017 e il nostro impegno è continuare a crescere". In esito ad altri profili oggetto di accertamento, infine, "non sono invece emerse irregolarità, né sono state accertate violazione in tema di controllo a distanza dei lavoratori".

"Accertata lesione dei diritti denunciata da sindacato e lavoratori". "Anche nell'era 4.0, il mondo del lavoro unito vince" ha commentato a sua volta su Twitter il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.