Tim avvia procedura cig per 3-4 mila persone

Share

Tim avvia procedura cig per 3-4 mila persone

Milano, 17 mag. - Tim ha presentato al Ministero del Lavoro e alle rappresentanze sindacali un progetto di cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione aziendale. "Dopo diversi mesi di stallo nelle relazioni industriali", - ha aggiunto - dovute anche alle continue voci di cambio di azionariato che poi si è concretizzato nell'assemblea del 4 maggio, l'azienda ha deciso di partire unilateralmente con la richiesta di questo ammortizzatore sociale.

Cosa sta succedendo? Nella comunicazione sulla trimestrale la società risulta segnata dalla presunta infrazione sulla 'Golden Power'.

Il cda ha preso atto che "risultano venute meno le ragioni per considerare Vivendi soggetto esercente attività di direzione e coordinamento su Tim" e ha creato uno nuovo comitato, specializzato nell'istruttoria e nel monitoraggio della materia dei rapporti con parti correlate di cui sarà presidente Lucia Morselli, e a cui partecipano Giuseppina Capaldo, Maria Elena Cappello e Dante Roscini.

Il programma di riorganizzazione prevede che la cigs venga applicata ad un massimo di 29.736 dipendenti che verranno sospesi dal lavoro per un massimo di 26 giorni, da distribuire su base mensile.

Tim ha inviato una lettera al ministero del Lavoro per avviare le procedure per richiedere la cassa integrazione straordinaria per circa 3-4mila persone.

Alla fine del periodo di applicazione della cigs, precisa la lettera, "è prevedibile il permanere di eventuali eccedenze di personale, in misura pari a 4.500 unità di personale che solo in parte potranno essere gestite con strumenti non traumatici in quanto direttamente collegate a specifici contesti produttivi".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.