Juve: Mandzukic recuperato per il Milan

Share

Juve: Mandzukic recuperato per il Milan

Ma non voglio trovare scuse, alla fine ho gli stessi numeri di un anno fa. Però è evidente che in 4-5 occasioni sono arrivato un po' stanco.

Particolare attenzione è stata poi focalizzata su Gattuso che ha dato forza e concretezza a questo Milan: "Ha fatto scelte precise ed è stato giusto così". Eravamo reduci da mesi nei quali non si riusciva a trovare una quadra. "Mi strappa un sorriso perché è ancora un po' storto ma vuole esserci comunque".

"È un tecnico a cui piace la corsa, la fatica e la concentrazione". Sa parlare, sa scegliere il momento giusto di dirti una cosa e quando invece stare zitto. Ecco, il fatto che sia soltanto una botta è importante, perché significa sicuramente che il tempo gioca a mio favore. Proprio per le basi messe in questa stagione, dice: "Credo che se la società puntasse a un anno di transizione, me l'avrebbe detto. In ogni caso, anche questo non è un problema, se si vince anche con i gol degli esterni o dei centrocampisti, sarebbe perfetto".

Dopo la convincente vittoria col Verona, che fa seguito al successo di Bologna e consolida il sesto posto in classifica, il Milan si butta definitivamente alle spalle la figuraccia col Benevento di due settimane fa. "Noi ripartiremo da quel punto". La ferita suturata di per sé non ha creato problemi e insomma tutto dipenderà da quanto dolore (attutito dalla guaina protettiva) avvertirà Mario, quindi nei movimenti rapidi e soprattutto nei più che possibili colpi e contrasti. Anche su Calhanoglu non si era convinti ad inizio stagione, adesso è il migliore del calcio italiano. "Giocare al Milan non è facile, conosciamo la storia e sappiamo i nomi dei campioni che hanno indossato questa maglia e quanti invece non sono riusciti ad emergere". E Suso lo sa bene: "Ora si pensa solo a vincere la Coppa Italia e ad andare in Europa dalla porta principale".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.