Giro: Chaves sprofonda, 25' di ritardo


Giro: Chaves sprofonda, 25' di ritardo

Share

Giro: Chaves sprofonda, 25' di ritardo

Era in programma la frazione più lunga di questa 101a edizione, 244 km pieni di saliscendi e resa ancora più complicata dalla pioggia.

Simon Yates rimane ancora in Maglia Rosa di leader della Classifica Generale. "Non tanti giorni fa è stato uno dei giorni più belli e adesso". Bisognerà vedere cosa succederà sabato sullo Zoncolan che potrebbe dire molto a proposito sul futuro del Giro. "L'obiettivo della squadra pero' non cambia".

Folle. Così definisce Domenico Pozzovivo la tappa 10 subito dopo aver tagliato la linea del traguardo. La stagione in corso però sembra quella della svolta. Vittoria fortemente voluta, più forte della beffa che meditava di infliggergli in volata il tedesco Denz, l'unico a resistere al suo forcing.

Dopo il giorno di riposo, si sa, al Giro può sempre succedere qualche sorpresa. Tre Gpm, un paio di traguardi volanti. Oggi niente è andato per il verso giusto, tranne il fatto che la squadra continua ad avere la maglia rosa. Se Chaves dovesse recuperare la condizione della prima settimana di corsa si trasformerebbe in un alleato di straordinaria qualità per Yates, come sottolineato anche da White. "Come sto? Meglio dopo le due cadute".

Ora le forze saranno, dunque, tutte confluite su Simon Yates. Scatto del corridore dell'AG2R La Mondiale che si mette sulle tracce di Mohoric e Villella e li raggiunge. Sempre in discesa, forature per Dumoulin e Caparaz, pronti comunque a rientrare dopo il brivido. In discesa Frapporti si stacca, restano quindi in fuga gli altri due. Provaci quando sei secondo in classifica generale che ci pensi pure alla classifica finale e invece in un giorno cambia tutto. "Sono molto contento di aver sfruttato l'occasione". Non ero convinto di vincere lo sprint con Nico Denz, ecco perché ho provato a staccarlo un paio di volte. Applausi anche per Giulio Ciccone, il corridore abruzzese che aveva annunciato battaglia sulla prima salita, quella di Rigopiano, è stato lui a passare per primo sul Gran Premio della Montagna indossando una maglia speciale con i nomi delle 29 vittime della slavina che travolse l'albergo di Rigopiano.

"8. Pello Bilbao Lopez (Esp) s.t".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.