Giornate contro l'omofobia, incontri al Mau


Giornate contro l'omofobia, incontri al Mau

Share

Giornate contro l'omofobia, incontri al Mau

E per celebrare una giornata così speciale non potevano mancare iniziative particolari: è ricco e intenso, infatti, il programma di eventi che i Comuni di Lucca e di Capannori e la Provincia, organizzano per la ricorrenza che vuole lanciare un segnale contro le discriminazioni legate all'orientamento sessuale e all'identità di genere. A presentarlo, stamani (mercoledì 15 maggio) a palazzo Orsetti sono stati il referente per i diritti del sindaco di Lucca, Daniele Bianucci, l'assessora al sociale e alle politiche giovanili del Comune di Capannori Lia Micciché e la consigliera provinciale con delega alle pari opportunità, Sara D'Ambrosio.

Per celebrare questa giornata, abbiamo raccolto alcune immagini di persone che sfidano l'omofobia nel mondo.

"L'impegno della Regione Emilia-Romagna per rendere strutturali tutti gli interventi antidiscriminatori deve proseguire - afferma Mori - possiamo estendere alle persone Lgbt le azioni pubbliche di prevenzione educativa e culturale dell'odio omotransfobico, delle violenze e degli atti di bullismo, purtroppo sempre più numerosi, che minano il benessere delle ragazze e dei ragazzi anche in Emilia-Romagna". Durante il pomeriggio sono previste performance contemporanee con lassociazione Danza Demidoff e un momento musicale con lensemble della scuola Paolo Uccello, che si chiama ‘Blue Flue formato da flauti, violoncello, pianoforte e percussioni.

Col passare degli anni, le persone LGBT le vedevo solo in TV, dove venivano rappresentate con ironia, prese in giro ed estremizzate nei comportamenti; mia mamma ha smesso di comprarmi i giocattoli "da bambina", e io ho percepito sempre di meno la differenza tra quelli da femminuccia e da maschio, forse perché allontanandomi dagli stessi, si allontanava anche la sensazione di disagio che sentivo nello stare nel reparto tempestato di pacchetti rosa e bambole.

Ma i luoghi tinteggiati d'arcobaleno non saranno l'unica iniziativa: Lunedì (21 maggio), arriverà a Lucca Monica Cirinnà, che come ben saprete ha legato il suo nome alla legge per l'istituzione delle Unioni civili.

"Per la giornata mondiale contro l'omobitransfobia il 20 maggio saremo, in piazza Principe di Piemonte a Grottaglie, dalle ore 10 con i colori dell'arcobaleno". L'iniziativa è aperta all'adesione e alla partecipazione delle associazioni, che avranno a disposizione uno spazio per i loro stand.

"I passi in avanti fatti in questi ultimi anni dal nostro Paese, grazie al tanto lavoro delle associazioni e nostro, all'attività parlamentare e alle sentenze italiane ed europee - sottolinea Toniollo - hanno fatto uscire l'Italia dalla negazione dei più elementari diritti".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.