Entra in coma, il figlio di 5 anni telefona al 118 e gli salva la vita

Share

Secondo la ricostruzione dei media francesi, il piccolo - che era solo in casa con il padre, 44 anni, separato - ha avuto la prontezza di telefonare al 17 (il 118 francese). È accaduto in Francia, a Glos-la-Ferriere, una piccola frazione nel comune di Ferté-en-Ouche, Normandia.

Il padre del piccolo era in uno stato di incoscienza dovuto a un coma diabetico, così i medici hanno deciso di portarlo via. Gli operatori hanno tenuto il bambino al telefono per circa 40 minuti, facendosi dare tutte le informazioni utili per localizzare la casa e inviare soccorsi. "Mi sa che è morto, è a letto e fa le bolle", la frase pronunciata dal piccolo agli operatori. In qualche modo, comunque, il giovane coraggioso è riuscito a guidare i soccorsi verso la propria abitazione, che hanno poi potuto salvare l'uomo. Non sapendo indicare l'indirizzo di casa, il piccolo di cinque anni ha detto il nome del paesino aggiungendo: "Siamo alla terza casa". Gli agenti, a quel punto, gli hanno chiesto di uscire sul ciglio di casa e di agitare le mani non appena avesse sentito le sirene dell'ambulanza. Il colonnello Pierre Baillargeat, che ha seguito le operazioni, è rimasto estremamente colpito dall'atteggiamento del bambino: al telefono la sua preoccupazione era tangibile, tuttavia è riuscito a rimanere calmo e ha mantenuto un atteggiamento impassibile e diligente. Il padre è stato trovato in coma ma ancora vivo. Subito trasportato in ospedale, è stato dichiarato fuori pericolo. Il baby eroe, invece, è stato affidato alle attenzioni di sua madre.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.