Encefalite da morbillo, 29enne in prognosi riservata


Encefalite da morbillo, 29enne in prognosi riservata

Share

Encefalite da morbillo, 29enne in prognosi riservata

Nella serata di ieri è stata sottoposta a una risonanza dell'encefalo, risultando negativa: non sono state riscontrate lesioni potenzialmente pericolose sulla 29enne di Racale, ricoverata da giorni presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce, per una encefalite da morbillo. Diagnosi: encefalite da morbillo. Pare infatti che la ragazza non avesse fatto il vaccino contro il morbillo e che il 30 aprile scorso fosse già stata ricoverata a Galatina.

La conferma è arrivata dal direttore generale dell'ASL di Lecce Ottavio Narracci e dal direttore sanitario Antonio Sanguedolce. "Al momento non si parla di pericolo di vita ma bisogna vedere - afferma Alberto Fedele, responsabile del Servizio Igiene e sanità pubblica dell'area Nord dell'Asl di Lecce - come la situazione evolverà. In questi casi non c'è una terapia antivirale, si sta provvedendo a somministrare emoglobina". "Più si va avanti nell'età e più si è a rischio" spiega ancora Fedele. Le quattro persone colpite sono state: un bambino di soli 10 mesi, due uomini di 41 e 38 anni ed un ragazzo di soli 25 anni. Tutti e quattro non erano stati vaccinati contro il morbillo.

Share


© . Tutti i diritti riservati.