De Luca contro de Magistris: "Se non hai un euro vavattenn"

Share

De Luca contro de Magistris:

"Lo dite voi che era un attacco nei miei riguardi perché il presidente non ha il coraggio di nominarmi". Se non hai un euro, vavattenn' (vattene, ndr): "la Regione e' diventata un bancomat".

"Nei giorni a cavallo del primo maggio mi sono fatto a piedi a Napoli dall'ospedale Annunziata a Piazza Garibaldi per mangiare da Mimi' alla Ferrovia. Noi in tre anni abbiamo raggiunto l'equilibrio di bilancio in Regione Campania". "Sembrava Calcutta, il Bangladesh", arringa il governatore che mette a fuoco l'impegno della Regione per Napoli.

Mano dura contro ogni tipo di violenza e chi la commette. "Ma vi possano ammazzare, come vi permettete, per chiudere i cantieri bisogna lavorare, avere un direttore dei lavori che va a controllare e sta lì". Gli investimenti sono stati fatti per "il centro storico di Napoli, gli impianti sportivi per le Universiadi, il porto di Napoli, un miliardo e 300 milioni per le infrastrutture con il completamento della Linea 1 e Linea 6 della metropolitana".

De Luca non ha usato mezzi termini nel corso di un incontro del Pd nel capoluogo: "L'unico motivo per cui Napoli non sprofonda è perché c'è la Regione a supportarla e perché ha turisti per ragioni internazionali". "Spiace", spiega il leader di demA, " che lui ha una sofferenza anche per la città di Napoli, lui ha un rapporto allergico con la città di Napoli, io cerco sempre il dialogo istituzionale ma a proposito dell'invito ad andarsene dico che è meglio poveri e onesti. E a questi si aggiungono quelli che fanno le occupazioni abusive dei luoghi pubblici e nessuno dice niente.

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.