Crotone: vietato piangersi addosso, serve l'impresa a Napoli

Share

Crotone: vietato piangersi addosso, serve l'impresa a Napoli

E' questo l'ossimoro del Crotone, diciottesima in Serie A a meno di novantacinque minuti dal termine di questa stagione. Gli arbitri italiani sono i migliori in assoluto, pero' e saro' ripetitivo, in quella circostanza non capisco cosa sia successo. Giuseppe Ursino, direttore sportivo del Crotone, parla così ai microfoni di Radio Crc: "Affronteremo il Napoli, una grande squadra, ma cercheremo di fare il massimo". Un pareggio che ha portato i rossoblu, complici i risultati degli altri campi, al terzultimo posto ed in piena zona retrocessione. La squadra di Sarri non ha ormai più alcun obiettivo dal momento che il sogno scudetto è ormai sfumato definitivamente.

C'è il rischio di vincere e non salvarsi, ma siamo abituati. "Dopo tanti anni di calcio ho visto di tutto", ha concluso. Confermata anche la difesa, con Faraoni, Ceccherini, Capuano e Martella che comporranno il quartetto difensivo davanti a Cordaz, data l'ottima prestazione nell'ultima giornata di campionato con la Lazio. Ma ora pensiamo solo a noi e alla partita di domenica. Tre punti al San Paolo sono a quota "proibitiva" sul tabellone Microgame, vista l'offerta a 6,50, ma a colpire è la percentuale di giocate finita sul "2": ben il 26%, nettamente più alta rispetto alla media delle squadre offerte a quota così alta. Il Var è stato un qualcosa di positivo, ma spero che il prossimo anno si possa migliorare il numero di errori.

Share


© . Tutti i diritti riservati.