Criscito: "Mancini è spettacolare, mi ha insegnato il calcio. Su Ventura…"

Share

Criscito:

Un rientro alla base che era stato annunciato da mesi e che adesso si concretizza con l'ufficializzazione del passaggio dallo Zenit al Genoa, il club che lo ha fatto crescere, maturare e diventare un giocatore da Serie A e Nazionale. Mancini? È uno spettacolo, datemi retta. Eccome se ho pianto, mica ho un iceberg al posto del cuore. Umanamente e professionalmente. Domenica contro lo SKA Khabarovsk mi ha fatto uscire a pochi secondi dal termine perchè potessi ricevere l'ovazione dei tifosi, perchè potessi far capire loro quanto sono stati importanti in questo mio lustro abbondante a San Pietroburgo. Di calcio il Mancio sa tanto, lo dice il suo palmares. Ovunque sia andato ha vinto, dall'Inter al Manchester City.

Intanto, Criscito si è goduto l'affetto dello Zenit, compagni e tifosi, che in occasione della sua ultima partita gli hanno riservato un commovente saluto.

Domenico Criscito è pronto a tornare in Italia, precisamente al Genoa con il quale ha già firmato il contratto. Non ringrazierò mai abbastanza Roberto. Sono felice della scelta di affidare a lui la ricostruzione della Nazionale: è l'uomo giusto per riportarci nell'élite del calcio. Io in azzurro? Sono sincero, qualche battuta al mister l'ho fatta. Del resto, Mancini sa cosa posso dare, lo sa benissimo: mica è come Ventura che considerava la Russia troppo lontana per venirmi a vedere. Ora ho 31 anni, di tempo ne ho ancora, quindi rimango positivo: "ho un sacco di ottimismo della volontà, come diceva Gramsci".

Share

Pubblicità



© Molisedoc. Tutti i diritti riservati.