Borsa, a Milano bene banche e Pirelli


Borsa, a Milano bene banche e Pirelli

Share

Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,52%. Poco mosso lo spread in area 129 punti. Sul fronte emissioni, inoltre, prende il via la tredicesima emissione del Btp Italia da parte del Tesoro.

Andamento negativo a Piazza Affari su tutti i comparti. In fondo alla classifica Servizi per la finanza (-1,30%), Automotive (-1,29%) e Viaggi e intrattenimento (-1,14%). Sulla base dei dati dei risultati del primo trimestre, Pirelli prevede per il 2018 una crescita organica dei ricavi uguale o maggiore di +9% (circa +10% la precedente indicazione) per effetto di una minore crescita attesa sui volumi a seguito della decisione di accelerare nella riduzione sull'esposizione sul segmento Standard. Performance modesta per Banco BPM, che mostra un moderato rialzo dello 0,76%. Londra segna un -0,21% con il Ftse 100 a 7.694 punti. I più forti ribassi, invece, si verificano su Azimut, che continua la seduta con un -2,77% dopo i conti del 1° trimestre. Crolla Prysmian, con una flessione del 2,24%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca Farmafactoring (+1,78%), Salini Impregilo (+1,65%), Acea (+1,64%) e Gima Tt (+1,56%). Vendite a piene mani su Sias, che soffre un decremento del 3,86%.

Nel mese di marzo l'indice statunitense che misura l'andamento delle scorte delle imprese non ha fatto registrare variazioni congiunturali. Il rendimento del titolo decennale italiano sale all' 1,94%.

Share


© . Tutti i diritti riservati.